Ecco i 27 dello Strega Ciabatti e Cognetti in pole position Feltrinelli non ci sta

​Teresa Ciabatti (La più amata, Mondadori) e Paolo Cognetti (Le otto montagne, Einaudi) sono in pole position. Sono 27 le opere candidate al premio Strega 2017

Sono 27 le opere candidate al premio Strega 2017. Ciascuna è stata presentata da due «Amici della domenica» (il «cuore» del voto dello Strega): è fra questi titoli che sarà effettuata una prima selezione da parte del Comitato direttivo, per scegliere i dodici che concorreranno alla 71° edizione, e che saranno annunciati il 20 aprile a Tempo di libri.

Fra le opere presentate alcune «annunciate», come quella di Teresa Ciabatti (La più amata, Mondadori) e Le otto montagne di Paolo Cognetti (Einaudi); Gin tonic a occhi chiusi di Marco Ferrante (Giunti), La compagnia delle anime finte di Wanda Marasco (Neri Pozza); È giusto obbedire alla notte di Matteo Nucci (Ponte alle Grazie). Fra gli ultimi nomi rivelati quelli di Ferruccio Parazzoli (Amici per paura, Sem), del duo Monaldi&Sorti (Malaparte. Morte come me, Baldini & Castoldi) e di Anna Giurickovic Dato (La figlia femmina, Fazi). Marsilio porta due autori: Giorgio Pressburger (Don Ponzio Capodoglio) e Silvana Grasso (Solo se c'è la luna); Rizzoli, vincitore 2016, aveva già annunciato che non avrebbe partecipato, mentre spiccano le assenze di Bompiani, la Nave di Teseo e quella reiterata (anche l'anno scorso non c'era...) di Feltrinelli.

Gli altri titoli in gara sono Un'educazione milanese di Alberto Rollo (Manni), Tokyo transit di Fabrizio Patriarca (66th&2nd), Bibbia pagana di Giorgio Dell'Arti (Clichy), E invece io di Davide Grittani (Robin), Le notti blu di Chiara Marchelli (Perrone); Il castrato di Vivaldi di Gian Domenico Mazzocato (Biblioteca dei Leoni); Il senso della lotta di Nicola Ravera Rafele (Fandango), Mangia con gli occhi di Carmela Pierri (Aracne).

E poi Marco Rossari (Le cento vite di Nemesio, e/o), Lodovica San Guedoro (Pastor che a notte ombrosa nel bosco si perdé, Felix Krull), Vanni Santoni (La stanza profonda, Laterza), Luigi Sardiello (Il punto che non conosco, Licosia), Tito Schipa jr. (Orfeo 9 - Then an Alley, Argo), Gianni Tetti (Grande nudo, Neo), Alberto Toso Fei (Orientalia, Round Robin) e Claudio Volpe (La traiettoria dell'amore, Laurana). La prima votazione per selezionare la cinquina dei finalisti sarà a Casa Bellonci il 14 giugno; il vincitore sarà proclamato il 6 luglio al Ninfeo di Villa Giulia, un ritorno alla tradizione dello Strega.