Ecco i pacchetti di Netflix, la tv che arriva da internet

Tre pacchetti di abbonamento e un catalogo smisurato. Netflix è pronta alla conquista dell'Italia

Se Netflix ancora non vi dice nulla, dal mese prossimo potrebbe cambiare il modo in cui guardate la tv.

L'annuncio dell'arrivo in Italia della piattaforma di video on demand che ha rivoluzionato il mercato pay per view negli Stati Uniti e in Europa - il servizio è già attivo in Germania, Austria, Svizzera, Francia, Belgio e Lussemburgo - era già stato dato qualche mese fa e, adesso che si avvicina il debutto ufficiale, sono state diffuse le informazioni relative ai pacchetti di abbonamento che si potranno sottoscrivere.

A Berlino, in occasione di una delle fiere di prodotti tecnologici più importante dell'anno, l'IFA, la rivista Wired ha intervistato Neil Hunt, Chief Product Officer di Netflix, che ha chiarito come funzioneranno le cose per gli utenti italiani.

La differenza tra i tre pacchetti proposti dipende sostanzialmente dal numero di dispositivi con cui si potrà accedere contemporaneamente il servizio.

Dimenticatevi il vecchio concetto di serata davanti alla tv. Netflix infatti, permette di vedere film, serie tv, concerti e contenuti video su qualunque dispositivo che si colleghi ad internet. Oltre alle smart tv, quindi, potremo fruire del servizio su un un tablet, uno smartphone, una console come Playstation, Xbox o Wii U e, grazie ad un accordo con l'omonimo operatore telefonico, anche su Vodafone Station.

Il primo pacchetto consente lo streaming video su un solo dispositivo e costerà 7,99€ al mese. La qualità dei contenuti in questo caso sarà standard.

Con un euro in più il servizio sarà disponibile per due dispositivi e la qualità sarà Full HD, mentre con 11,99€ al mese si potrà stare collegati con quattro dispositivi contemporaneamente e i contenuti verranno trasmessi in 4K.

Indispensabile per lo streaming una connessione minima da 0,5 Mbps, anche se è consigliato un collegamento da almeno 1,5 mega, cioè il minimo necessario per accedere alla qualità standard. Per una qualità HD sono necessari 3 Mbps, che salgono a 15 per il 4k. I contenuti saranno disponibili in lingua originale e sottotitolati. Alcuni però, presenteranno anche un audio alternativo.

Oltre a trasmettere, Netflix si occupa anche di produrre contenuti originali. Di sua produzione sono alcune delle serie TV di maggior successo delle ultime stagioni, come ad esempio House of Cards (i cui diritti però in Italia sono stati acquistati da FOX) e Orange is the new Black, che ha fatto incetta di premi agli Emmy Awards.

A credere nel nuovo modo di fare tv, attori del calibro di Kevin Spacey e Jane Fonda (entrambi protagonisti di una serie prodotta da Netflix) e registi come i fratelli Wachowski, autori della trilogia di Matrix, che hanno sviluppato pr il servizio on demand una nuova serie tv, Sense 8.

Commenti

cgf

Mer, 09/09/2015 - 14:38

il problema non è netflix, il problema in Italia è la banda che manca