Edwige Fenech, bella a 66 anni: "Il futuro è con la mia famiglia"

Edwige Fenech torna sul set di una nuova fiction di Raiuno e al settimanale Visto dice: "A 66 anni trovo assurdo rifiutare il tempo che passa. È la vita"

«Sono nonna nella vita, perché dovrei avere difficoltà ad esserlo in una fiction?»: parla così Edwige Fenech, l'icona sexy per eccellenza degli anni Sessanta e Settanta che, dopo un lungo periodo passato dietro la macchina da presa lavorando come produttrice, ha deciso di tornare a recitare. Il set è quello di "È arrivata la felicità", fiction che andrà in onda su Raiuno il prossimo autunno. In effetti Edwige adesso è nonna: a dir poco bellissima e in splendida forma anche a 66 anni, ha girato la fiction facendo la pendolare tra Roma e New York per poter stare vicina alla sua nipotina Asia, a cui è molto legata. La Fenech è single, ma cercare un compagno non è al primo posto tra le sue priorità. Posizione invece che dedica alla nipotina che, pur vivendo lontana, fa di tutto per vedere: «Per stare con lei salto da un aereo all'altro. Parla inglese, francese e italiano. E quando s'inserisce nelle conversazioni lo fa in cinese».

Sulle emozioni provate tornando su un set nei panni di attrice e non più di produttrice, al settimanale Visto la Fenech dice: «Questo ruolo mi piace e mi diverte molto, e quando Riccardo Milani me ne ha parlato, ne sono rimasta entusiasta». A parte il problema del distacco dalla piccola Asia, nessun dubbio nell'accettare il ruolo di una nonna per la fiction: «Ho un figlio di 44 anni, potrei addirittura essere bisnonna. Trovo assurdo rifiutare il tempo che passa. È la vita. Essere nonna per finta o per davvero non va certo a ledere la mia sicurezza di donna».

Se questa esperienza potrà essere il preludio a un suo ritorno totale sulle scene, la saggia Edwige ha le idee chiare: «Alla mia età posso permettermi di vivere il presente senza stare troppo a pensare al futuro. Il mio progetto è quello di essere felice con la mia famiglia: mio figlio Edwin, mia nuora Camille, mia nipote Asia. Tutto il resto viene dopo. Sono una donna appagata, non ho più conti irrisolti».