Emis Killa a muso duro

«Chi se ne frega della nuova era, io vivo ancora alla vecchia maniera». Emis Killa ritorna con un disco rap che più rap non si può. Un rap «Vecchia maniera», come il titolo del suo brano, ma non per questo vecchio e basta. In un panorama sempre più edulcorato, con Terza stagione Emis Killa rimane fedele alle sue radici e pesta duro sin dalla prima canzone Dal basso fino a Sopravvissuto con Fabri Fibra e alla intensissima, minacciosa e inquietante 3 messaggi in segreteria. Forse un po' più morbida, ma egualmente incisiva, Non era vero a Parigi (in collaborazione con Neffa). Insomma Emis Killa ha fatto la scelta giusta: non tradirsi. È il passepartout per rimanere credibili e conservare acceso il fuoco dell'ispirazione. Alla fine è ciò che conta.