Enrico Mentana e il ricordo di Bud Spencer

Tra i fan che in questi giorni sono stati colpiti dalla notizia della morte di Bud Spencer c'è anche Enrico Mentana

Tra i fan che in questi giorni sono stati colpiti dalla notizia della morte di Bud Spencer c'è anche Enrico Mentana. Su Facebook, il direttore di TgLa7, ha voluto ricordare così l'attore: "Quando scriveranno una grande storia dell'Italia popolare, tra passione politica, calcio e Sanremo, un capitolo a parte spetterà di diritto aContinuavano a chiamarlo Trinità, vertice assoluto del genere spaghetti western all'amatriciana, film più visto sia in sala sia in tv della storia del cinema italiano e apoteosi della coppia Bud Spencer-Terence Hill". E ancora: "In quel secondo Trinità tutto era perfetto per chi, a qualsiasi età, non aveva perso lo sguardo da bambino. E proprio Bambino era nel film il nick di Bud Spencer, che poi a sua volta, come ogni minuto ci ricordano i necrologi di queste ore, aveva un nome italianissimo, come del resto Terence Hill e il regista E.B.Clucher".

Infine aggiunge: "Quella faccia da omone buono con la forza del personaggio dei cartoon era il manifesto di un genere, che ribaltava la violenza dell'epopea dei cowboy e insieme quella dei tempi che vivevamo, ed era l'ironico lato B del filone western all'italiana del grande Sergio Leone. Carlo Pedersoli è stato tantissime altre cose, e ognuno si tiene quelle che ricorda, ma la memoria collettiva e l'emozione individuale di tutti torna soprattutto lì, al secondo episodio del ciclo di Trinità, nell'unico giorno di cui Bud-Bambino ci ha resi tristi".