Trovati farmaci a base d'oppiacei. A casa di Prince pillole antidolorifiche

Ora starà all'Agenzia del farmaco stabilire se possano avere causato un overdose e la morte dell'artista

L'ultimo sviluppo nel caso della morte di Prince arriva dal ritrovamento in casa sua di alcuni farmaci antidolorifici a base di oppiacei. Il cantante ne avrebbe fatto uso, secondo quanto si sa, corroborato dalla testimonianza di un funzionario che ha parlato alla Cnn, ma non è al momento chiaro se esista un legame tra queste medicine e il suo decesso.

Le pillole sono piuttosto comuni, nulla di troppo particolare, ma sarà l'agenzia del farmaco americana a dover stabilire ora la verità, soprattutto alla luce di un malore che si verificò una settimana prima della morte di Prince e per cui gli inquirenti ipotizzano la causa sia stata una reazione a quegli antidolorifici.

L'areo dell'artista fu costretto a un atterraggio d'emergenza dopo che si sentì male. Una settimana dopo la notizia della sua morte. Ora, anche su quelle pillole, si indaga per capire se si possa parlare di una overdose di farmaci.