Fats Waller da solo

Ogni tanto, chi si interessa ai dischi di jazz fa bene a volgersi indietro e a consigliare qualche pezzo antico, pur sapendo che il cultore di questa musica faticherà non poco a trovarlo. Nella vita assai breve (1904-1943) del pianista, organista, cantante, compositore e direttore Fats Waller si distinguono due fasi: quella del giovanissimo pianista solista e quella del clown direttore di piccoli complessi e cantante. Il grande maestro aveva la pelle nera, e l'America non glielo perdonò. All'epoca il settore della musica classica e affini, a New York e dintorni, faceva eccezioni soltanto per qualche nero (o meglio nera) che cantasse come piaceva al pubblico bianco. Ecco qui invece 40 brani walleriani di pianoforte solo meravigliosi. Buona ricerca e buon ascolto.