Ferilli: «Il Cav sa infondere ottimismo la sinistra sempre pronta a denigrare»L'interprete della pellicola trionfatrice

«Gli italiani, quando sono messi nella condizione di correre, magari anche solo con una gamba, arrivano quasi sempre primi. Il problema è che non vengono messi nella condizione di correre. È questa credo la frustrazione più grande, soprattutto di questo periodo... manca la spinta, che era quello che in un certo senso ha sempre avuto il Berlusconi politico e che hanno meno i politici di sinistra». Così Sabrina Ferilli, da sempre con il cuore a sinistra, ha parlato della vittoria agli Oscar de La grande bellezza, di cui è interprete, e della situazione politica italiana in un'intervista andata in onda ieri sera su Raitre a Ballarò. «Berlusconi - prosegue la Ferilli - ha sempre dato la sensazione di un popolo che ce la poteva fare, di un riscatto possibile, di un ottimismo, di una possibilità di volare. I politici italiani di sinistra sono invece più portati a puntare il dito su tutto quello che non va, quello che è estremamente grave». Poi, alla domanda se rimpiange il Cavaliere, l'attrice precisa: «No... se lo rimpiango io è la fine del mondo».