Festival di Cannes: in giuria ci sarà un'italiana

Il sito della kermesse svela i membri che siederanno nella giuria del 69° Festival di Cannes, in programma dall’11 al 22 maggio. Tra questi l’attrice Valeria Golino in rappresentanza dell’Italia

Il 69° Festival di Cannes si terrà dall’11 al 22 maggio e quest’anno in giuria ci sarà una donna italiana in rappresentanza del nostro Paese: si tratta dell’attrice Valeria Golino, chiamata a valutare i 21 film in concorso e a decretare il vincitore dell’ambita Palma d’Oro.

Come riportato dal sito ufficiale della kermesse cinematografica, la giuria del 69° Festival di Cannes sarà presieduta dal regista, sceneggiatore e produttore australiano George Miller. Oltre a lui, la giuria sarà composta da quattro uomini e quattro donne del cinema internazionale provenienti da Iran, Danimarca, Stati Uniti, Italia, Francia, Canada e Ungheria.

Per quanto riguarda la presenza maschile, in giuria ci saranno il regista e scrittore francese Arnaud Desplechin, l'attore danese Mads Mikkelsen, il regista e scrittore ungherese László Nemes e l'attore canadese Donald Sutherland. Per le donne ci saranno invece l’attrice Kirsten Dunst, l'attrice e cantante francese Vanessa Paradis, la produttrice iraniana Katayoon Shahabi e, orgoglio nazionale, la nostra Valeria Golino.

La presenza dell’attrice Valeria Golino ci dovrebbe consolare del fatto che tra i 21 film in concorso non c’è nemmeno uno italiano. Gli unici film italiani inseriti nella kermesse non fanno parte della competizione ufficiale, bensì saranno presentati fuori concorso nell’ambito della Semaine de la Critique: "L'ultima spiaggia" del regista greco Thanos Anastopoulos e dell'italiano Davide Del Degan sarà presentato nella sezione "Proiezioni speciali", mentre "Pericle il nero" di Stefano Mordini con protagonista Riccardo Scamarcio, marito della Golino, sarà presentato nella sezione "Un certain regard".