Filippine, arcivescovo contro Madonna: "Boicottate i concerti"

Con due spettacoli in programma a Manila - il primo questa sera, il secondo giovedì - Madonna ha ricevuto aspre critiche da un alto prelato filippino. Secondo l'arcivescovo, la Regina del pop sarebbe infatti un esempio di blasfemia

Che Madonna sia spesso il bersaglio di critiche e rimproveri – talvolta anche feroci – non è una novità. E alla collezione di moniti contro la cantante statunitense si aggiungono oggi le parole di un alto prelato filippino.

Intervenendo direttamente sul sito della Conferenza dei vescovi delle Filippine, l'arcivescovo di Lipa City, a sud della capitale Manila, ha sostanzialmente invitato tutti i filippini di fede cattolica a boicottare la doppia data di Madonna nel Paese. “I filippini e tutte le persone che amano Dio dovrebbero evitare i peccati e tutte le occasioni che possono portare a peccare”, ha scritto in tal senso l'arcivescovo Ramon Arguelles. Lo stesso ha anche accusato e criticato duramente la Regina del pop “per aver irriso la Madonna scegliendo questo come nome d'arte”.

Per l'arcivescovo, insomma, Madonna incarna in toto un esempio lampante di blasfemia, aggravata dalla “volgarità” degli abiti di scena indossati dalla Regina del pop. E la sua musica è altrettanto da condannare, continua Ramon Arguelles, perché “allusiva e sfacciata”. A fargli da eco, intanto, arrivano anche le parole dell'arcivescovo di Singapore – dove Madonna si esibirà domenica – Goh William: “E' nostro obbligo morale non sostenere coloro i quali denigrano e insultano la nostra religione”, ha detto.

Nelle Filippine Madonna si fermerà a Manila per un doppio concerto, il primo stasera e il secondo giovedì. La cantante statunitense, 57 anni, si esibirà sul palco della Mall of Asia Arena, la stessa struttura che ospitò anche Papa Francesco nel corso del suo viaggio nel Paese.