Dal film alla serie TV animata: il ritorno dei Blues Brothers

I fratelli Jake "Joliet" e Elwood Blues potrebbero presto tornare alle loro rocambolesche avventure grazie ad una serie TV animata nella cui creazione sono coinvolti l'attore Dan Aykroyd e la vedova dello scomparso John Belushi, Judy. Gli episodi, stando alle prime indiscrezioni, dovrebbero riprendere il solco già tracciato dal film cult anni Ottanta

Sembra essere ormai tutto pronto per il ritorno in gran spolvero dei Blues Brothers, la coppia di fratelli più celebrata della cinematografia degli anni Ottanta. Ma se il debutto di Jake “Joliet” e Elwood Blues avvenne proprio attraverso il grande schermo grazie al film del 1980 “The Blues Brothers”, i due fratelli potrebbero tornare oggi a muovere i loro passi a tempo di musica in una serie TV. Alla lavorazione di quest'ultima – un tentativo, poi abbandonato, fu già fatto nel 1997 – ci sono infatti l'attore Dan Aykroyd – Elwood nella pellicola cult diretta da John Landis – e la vedova dello scomparso John Belushi, il Jake “Joliet” Blues del film.

Secondo le prime indiscrezioni al riguardo, la serie TV animata dedicata ai Blues Brothers dovrebbe quindi prendere indubbiamente spunto dalle avventure narrate sul grande schermo. Ma non solo: questa, infatti, dovrebbe basarsi inoltre su molte delle apparizioni televisive e degli sketch dei due fratelli al Saturday Night Live. Non a caso, proprio lo storico programma comico statunitense contribuì in maniera fondamentale al successo planetario della coppia Belushi-Aykroyd.

Parlando del progetto – cui collaborano anche Anne Beatts, sceneggiatrice del Saturday Night Live e, in qualità di produttore, lo studio d'animazione Bento Box Entertainment – l'attore Dan Aykroyd si è detto particolarmente contento di poter finalmente portare i fratelli Jake “Joliet” e Elwood nel ventunesimo secolo. “Lo show sarà sui Blues Brothers e la loro vita negli States, sul loro tentativo di utilizzare le nuove tecnologie per realizzare e promuovere i propri dischi sfuggendo alle forze dell'ordine. Combattendo, come sempre, per la verità, la giustizia e una colazione migliore”, ha concluso con ironia.