Flavio Insinna: "Non sono un uomo che fa liste e parla di corna"

Dopo le nozze annullate, Flavio Insinna non ha voglia di spiegare i motivi per cui non ha più sposato Graziamaria Dragani. Ma punge i paparazzi

Dopo le nozze annullate, Flavio Insinna non ha voglia di spiegare i motivi per cui non ha più sposato Graziamaria Dragani. In un'intervista a tvblog parla anche di alcune voci sulla vita privata: "Mi hai mai visto affannarmi a rispondere o a smentire se sono gay o no? No! L'unica polemica nella mia vita l'ho fatta, purtroppo, contro i simpaticoni di Striscia, quando dicevano che Affari Tuoi era pasticciato. È l'unica volta in cui mi sono esposto. Per le altre cose mai: dove vivo? Vivo con mamma? Sono gay? Mi sposo? È roba della mia vita. Il giorno in cui mi arrestano perché ho rubato dieci barattoli di marmellata, qualcosa al giudici dovrò dirla. Qua, invece, ho la libertà non solo di non rispondere, ma di dirti che è una parte privata della mia vita".

Poi punge i paparazzi: "Ho visto sui giornali delle foto rubate del giorno dopo il funerale del mio papà: io grasso, coi capelli lunghi e la barba sfatta. Con scritto 'il dolore di Flavio Insinna'. Io avrei pubblicato la foto se fossi uscito di casa con lo smocking ridendo e andando a ballare. Non vedo la notizia!". Infine un frecciatina anche per Bettarini: "Facciamo che riusciamo a dare un segnale: mentre tutti dicono le proprie amanti, le ex, le corna, c'è uno che dice 'no, non dico niente".