Fleischer, mito del piano

Il leggendario pianista Arthur Schnabel non amava i fanciulli prodigio. Fece un'eccezione per Leon Fleisher, a cui trasmise i segreti della scuola che risaliva a Beethoven (via Czerny e Leschetinsky). Leon divenne un gran virtuoso-musicista adorato da alcuni dei maggiori direttori a metà del secolo scorso (Monteux. Szell). Poi l'invidia degli Dei gli tolse l'uso della mano destra, ma Fleisher, proseguì tenace, suonando il repertorio per la mano sinistra e formando legioni di ottimi pianisti.