Flop di Santoro Ma la Rai punta su di lui...

Fin troppo facile fare ironia sul dirigibile di Santoro che si è andato a schiantare contro la freddezza del pubblico come il dirigibile di Umberto Nobile che si schiantò sui giacchi artici nel 1928 e a cui il giornalista medesimo ha dedicato il titolo della trasmissione

Fin troppo facile fare ironia sul dirigibile di Santoro che si è andato a schiantare contro la freddezza del pubblico come il dirigibile di Umberto Nobile che si schiantò sui giacchi artici nel 1928 e a cui il giornalista medesimo ha dedicato il titolo della trasmissione, Italia, appunto. Giovedì sera, su Raidue, la seconda puntata del nuovo ciclo di programmi con cui Michele è tornato in Rai dopo la parentesi a La7, ha imbarcato solo 992.000 spettatori, con un misero 4,16 per cento di share. Pochissimo per un maestro come lui, poco per la media di rete, niente in confronto ai gloriosi ascolti delle sue stagioni d'oro sulla seconda rete.

Poco anche in confronto al suo antico allievo, Corrado Formigli, che, alla stessa ora, su La7 (dove peraltro negli ultimi anni era andato in onda Santoro stesso) collezionava il 5,4 per cento di share e un milione di spettatori. Poco pure in confronto alla puntata precedente di Italia, quando, il 6 ottobre, aveva realizzato un ben più dignitoso 8 per cento. Non è servito dunque il reportage di Francesca Fagnani sulle periferie romane a scaldare il pubblico né tanto meno il verbo dell'intellighenzia di sinistra più a cara al «santorismo», da Gad Lerner a Roberto Saviano, che ormai passa indifferentemente dai salotti chic a quelli pop della De Filippi. Insomma, un rifiuto del tema scelto (forse perché gli italiani hanno fatto il pieno di notizie brutte), un rifiuto del tipo di trasmissione pensato dal giornalista per allontanarsi dallo schema ormai vecchio del talk show e basato prevalentemente sulle immagini e sul reportage, ma anche un rifiuto del circolo dei «più bravi» che da una trentina d'anni pontifica sulle televisioni di Stato.

Certo, nessuno si immagina che, dopo un solo risultato negativo, Santoro debba ritirarsi in pensione: resta un grande maestro di giornalismo che ha ancora molte cose da insegnare ai colleghi più giovani e da dire agli italiani, però sia lui sia i vertici Rai dovranno riflettere su questo risultato. Soprattutto in vista del ben più ampio progetto che il giornalista sta studiando per il futuro e che, secondo indiscrezioni, riguarderebbe anche Raitre, rete che ha chiamato in soccorso Michele dopo il fallimento di Politics, il talk condotto da Semprini. Progetti di trasmissioni basati su reportage e grande lavoro di immagini che dovrebbero avere come embrione queste due prime puntate di Italia. Insomma c'è molto da riflettere...

Commenti

il sorpasso

Sab, 17/12/2016 - 10:35

Godo...... Basta con questo personaggio che si crede il padrone dell'Italia con le sue battutine che fanno vomitare. Finalmente il pubblico l'ha capito.

giovauriem

Sab, 17/12/2016 - 11:35

come non funziona ? per il comunistume è obbligatorio funzionare , loro (il popolo comunistoide) non ha ancora avuto il "contrordine compagni" per cambiare canale , il loro televisore è sintonizzato sempre e solo su rai3 .

guerrinofe

Sab, 17/12/2016 - 11:38

Chiaramente si vede che e'《ingabbiato》e che non ha carta bianca. E'SOTTO CONTROLLO mi fa specie che si accontenti.

Keplero17

Sab, 17/12/2016 - 12:07

Santoro col suo appoggio al sì si è manifestato come un soggetto che ha sposato un'idea politica e quindi non è più visto come imparziale, al pari di benigni.

jeanlage

Sab, 17/12/2016 - 12:11

E' la sorte delle spalle: Senza Stanlio, Ollio non funzionava. Senza un Berlusconi da sbertucciare, Santoro fa dormire.

MOSTARDELLIS

Sab, 17/12/2016 - 13:27

Michele chi? Chiunque sia, che se ne vada a casa e non rubi piú i soldi dei contribuenti italiani. Ne abbiamo piene le tasche. Il risultato del referendum avrebbe dovuto far rifletter su tante cose, ma in Italia non si ha mai l'abitudine di riflettere.

Libero1

Sab, 17/12/2016 - 13:51

E' solo perdita di tempo commentare su un personaggio da quattro soldi che ogni volta che apre bocca fa venire il voltastomaco.

mstntn

Sab, 17/12/2016 - 13:58

Rottamazione ope legis per tutti!!!!!! Basta, schifosi onnipresenti, avete rovinato generazioni di persone!

dinopan

Sab, 17/12/2016 - 13:58

quando hai come ospiti due personaggi noiosi come Lerner e Saviano non puoi pretendere di avere ascolti

igiulp

Sab, 17/12/2016 - 14:23

Partito bene con servizi sul degrado italiano poi ci presenta un Saviano a pontificare. Ma va a ciapà i ratt. W il telecomando.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 17/12/2016 - 14:32

Un risultato però l'ha ottenuto, quello di farmi ADDORMENTARE!!!!lol lol

Una-mattina-mi-...

Sab, 17/12/2016 - 14:36

COTTO, STRACOTTO, DECOTTO

tonixx

Sab, 17/12/2016 - 14:53

Ma chi la guarda piu' la tv!

mezzalunapiena

Sab, 17/12/2016 - 14:53

non guardo le trasmissione rai anche se pago la tassa ma per il semplice motivo che è poi politico renzi ha occupato la rai e i risultato è stato il referendum prettamente politico

Ritratto di calzolari loernzo

calzolari loernzo

Sab, 17/12/2016 - 18:12

è soltanto uno dei"giullari di corte" che dopo la scomparsa di berlusconi dalla scena politica non ha ancora trovato un mestiere da esercitare

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 17/12/2016 - 18:17

(2) Basta vedere la sua faccia, o sentire la sua voce, per avviare una violenta rotazione dei testicoli. Il flop è semplice spiegarlo, come è semplice spiegare il 60% di NO al referendum. La ragione è questa gentaglia di sinistra, la loro ideologia, i loro metodi, la loro propaganda, i loro subdoli sistemi di manipolazione dell'opinione pubblica, il loro finto buonismo, la loro ipocrita difesa dei poveri, la spocchia da duri e puri geneticamente connaturata, l'insopportabile presunta "superiorità morale" e l'arroganza di guardare tutti dall'alto in basso, la superbia di sentirsi tribuni della plebe o novelli Spartacus destinati a guidare la rivolta contro il potere, di dover sempre salire in cattedra per impartire lezioni al popolo ignorante. Ecco, è questo ed altro ancora. Sapete cosa c'è? C'è che ci avete abbondantemente rotto e strarotto gli zebedei (c’è chi li chiama così). Tutto qui, semplice e chiaro.

rossono

Sab, 17/12/2016 - 18:53

SANTORO prossime elezioni vota Berlusconi...

Ritratto di malatesta

Anonimo (non verificato)

sparviero51

Sab, 17/12/2016 - 19:57

PER ME RIMANE UNA PORCHETTA CON LA CRAVATTA COME UOMO E COME GIORNALISTA !!!

rawing

Sab, 17/12/2016 - 22:51

Ottuso, sgonfiato, nullo

steacanessa

Dom, 18/12/2016 - 09:55

Giano: commento splendido ed esauriente.