Fuocoammare di Rosi vince "L'Orso d'oro"

Fuocammare, il docufilm che Gianfranco Rosi ha dedicato al dramma dei migranti che attraversano il Mediterraneo e tentano di arrivare a Lampedusa, ha vinto l’Orso d’Oro

Fuocammare, il docufilm che Gianfranco Rosi ha dedicato al dramma dei migranti che attraversano il Mediterraneo e tentano di arrivare a Lampedusa, ha vinto l’Orso d’Oro della 66esima edizione della Berlinale. In lizza 18 film, ma il documentario è stato molto applaudito e la rivista Screeen lo ha giudicato il migliore in corsa. Granfranco Rosi ha dedicato il premio alla "splendida e genrosa gente di Lampedusa". Con la vittoria di Fuocoammare di Gianfranco Rosi l’Orso d’oro del festival di Berlino torna all’Italia dopo quattro anni, quando - era il 2012 - ad aggiudicarsi il premio erano stati i fratelli Paolo e Vittorio Taviani con ’Cesare deve morirè.

Fuocoammare, che il regista, Leone d’oro a Venezia con ’Sacro G.r.a.’, ha girato nel corso di un anno e mezzo a Lampedusa, documentando da un lato la vita sospesa di alcuni suoi abitanti e dall’altro quella drammatica dei migranti in esodo verso l’Europa, aveva colpito sin dall’inizio critica e pubblico del Festival, da sempre molto attento a temi politici. Infine il premier Renzi ha commentato così la vittoria di Rosi su Twitter: "Berlino premia Gianfranco Rosi, il suo talento e la poesia dell'accoglienza #Fuocoammare #orgoglio".

Commenti

Keplero17

Sab, 20/02/2016 - 21:30

Renzi è dannoso per gli italiani, sarà utile ai migranti, ai rom, alla nato, agli intellettuali del cinema di Berlino, ma non agli italiani. Per gli italiani il carico delle fatiche è in aumento. Ma deve essere veramente masochista un paese che ha un leader che fa gli interessi degli altri anzichè i tuoi.

Keplero17

Sab, 20/02/2016 - 21:32

Ma pensate se in Israele avessero un presidente che facesse gli interessi dei palestinesi. certo i palestinesi lo ringrazierebbero, ma non gli israeliani. C'è stato per la verità un presidente che voleva fare queste cose, ma non è stato più rieletto.

istituto

Sab, 20/02/2016 - 21:46

Come dubitare che il premio non sarebbe andato ad un film che sponsorizza una delle tanti "nobili battaglie" pro LGBT,pro uccisione vita (aborto,eutanasia,contraccezione abortiva), pro divorzio,pro ateismo,pro pornografia,ed infine PRO "MIGRANTI" ? Quando comincia un film festival ormai è facile fare il pronostico. Vince il film che meglio sponsorizza una di queste battaglie dei SINISTRI. Ormai il cinema è diventato una loro macchina di propaganda. P.S. Cari tedeschi, se premiate un film così non lamentatevi poi se vi INVADONO. Vi sta bene !!!

istituto

Sab, 20/02/2016 - 21:55

P.S 2. IL Regista Rosi ha dedicato il premio "alla splendida generosa gente di Lampedusa" Lo credo bene che è splendida. Prima per tanti anni il pianto da parte della popolazione(" Ci hanno abbandonato"...) e poi da quando il Governo dei SINISTRI li riempie di soldi,adesso tutti zitti, nessuno si lamenta più. Ne più ne meno come le ONG cattocomuniste che fanno il pianto per quelli che non possono arrivare da noi. In realtà si lamentano degli INTROITI che non arrivano , non arrivando le RISORSE da noi.

ziobeppe1951

Dom, 21/02/2016 - 00:45

Fare i piagnioni de'noiantri, premia sempre

Ritratto di depil

depil

Dom, 21/02/2016 - 06:14

chissà perché questi registi a libro paga PCI PD DS eccetera vincono sempre premi nei festival di partiti rossi come Cannes, Venezia, Berlino, ecc. ma il pubblico lo vedono col binocolo con le loro grandi opere. L'unico premio che meriterebbero è quello Scottex perché fanno cagare!!!

Ritratto di Rugello37m14

Rugello37m14

Dom, 21/02/2016 - 07:22

Condivido in pieno il commento di "istituto" e aggiungo che sono veramente desolato del fatto che il Governo Renzi ha orecchi di mercante. Non gliene frega niente dei suggerimenti che magari gli giungono da tante parti, ma lui tira diritto come un mulo e basta per curare il suo "orticello politico" e la sicurezza che tutto quello che gli passa per la mente riguardo alle "Riforme" che dice di voler attuare per gli è sicuro di poterlo fare perché non gli mancano i numeri dei "transfughi" interessati solo a conservare la poltrona, in piena alleanza con "Lui" il "Federatore generale" di turno!

linoalo1

Dom, 21/02/2016 - 09:21

Ogni tanto,qualcuno,si ricorda di dare uno zuccherino anche all'Italia!!!!

redy_t

Dom, 21/02/2016 - 11:48

Perfetto.Lo vedranno in sei o sette.Tutti gli snob della sinistra impegnata che poi correranno a casa tutti contenti a vedersi di nascosto Guerre Stellari .......

venco

Dom, 21/02/2016 - 12:08

I migranti anche qui sono un affare, non solo per le coop.

DIAPASON

Dom, 21/02/2016 - 15:37

Con una sceneggiatura cosi', un regista un po cosi' e un altrettanta giuria un po cosi', come si poteva negare un premio un po cosi'. Viva la libera espressione del pensiero unico.

baio57

Lun, 22/02/2016 - 10:27

Premio deciso dalle lobby politicaly correct e dalla grande finanza che hanno pianificato l'invasione dell'(e)uropa.La cultura perde la sua autonomia e diventa arma politica finanziata con denari pubblici.Polpettone in salsa pietistico/buonista che arriva al momento giusto e vince. Ma che sorpresa !