FuoriSerie

Nella calura estiva niente di meglio che concentrarsi sulle serie che arriveranno a Settembre/ottobre. Una delle più attese e discusse è Westworld, una produzione Hbo che negli Usa debutterà il 2 ottobre e che da noi dovrebbe arrivare nello stesso periodo su Sky Atlantic. Il pubblico anglofono capisce già dal titolo essere il remake di un celeberrimo film (1973) scritto e diretto da Michael Crichton. Per quello italiano è meno facile capire che si tratta de Il mondo dei robot, che tutti ricordano per l'interpretazione di un robot-pistolero spietatissimo da parte di Yul Brynner. In questo caso a rimaneggiare la trama è stato Jonathan Nolan famoso (anche) per aver messo le mani nella saga di Terminator. La trama non sembra discostarsi molto, a partire dalla puntata pilota, dallo schema originale di Crichton. La tecnologia ha consentito di creare un parco giochi robotico dove gli umani possono divertirsi a fare i cattivi senza pagare dazio. Si può fingere di essere pistoleri del west, sparare allo sceriffo, fare sesso con le prostitute del saloon... Tanto si fanno male sempre le macchine. Ovviamente, però, il gioco finisce subito per prendere una brutta piega quando i robot non stanno al posto loro. La trama fornisce una enorme possibilità di creare azione ma anche riflessione. Sulle macchine, sul sadismo umano, sul senso del limite... E in questo caso il cast è davvero stellare, anche contando che ormai le serie fanno concorrenza al cinema. Ci sono: Anthony Hopkins ed Ed Harris. Quel che è certo è che la prima puntata si è rivelata così carica di violenza che negli Usa è partita la polemica quando l'hanno fatta vedere ai critici Tv.