FuoriSerie

Tra tutti gli argomenti della fantascienza quello che più è stato tradotto in serie televisive è il viaggio nel tempo. Si va da un classico anni '90 come Quantum Leap ai più recenti Outlander e 22.11.63 (tratta dal romanzo di Stephen King). Dall'11 dicembre arriverà in Italia, su Fox, Timeless, una produzione Nbc. Negli Usa ha avuto un buon successo di pubblico. E la trama con complottone spazio temporale in effetti ha il suo appeal. Un cattivone, Garcia Flynn, si impossessa di una macchina del tempo e fa un bel saltino nel passato. Il piano? Cambiare la storia degli Stati Uniti e non proprio in meglio. Bisogna allora allestire una squadra per dargli la caccia. A comporla: La professoressa di storia Lucy Preston, il soldato Wyatt Logan e lo scienziato Rufus Carlin. A ideare la serie Usa due professionisti della sceneggiatura Eric Kripke (Supernatural) e Ryan Shawn. Professionisti però verso cui sono anche piovute accuse di «scopiazzatura». Una società spagnola, Onza Enterainment, ha presentato a settembre una causa per violazione di copyright contro la Sony e la NBC. Timeless sarebbe troppo simile a El Ministerio del Tiempo, in onda su TVE. Anche nella fiction spagnola 3 agenti governativi (una donna e due uomini) operano per il Ministero del Tempo, un'istituzione segreta, per impedire che qualcuno vada a zonzo a danneggiare lo spazio tempo. Da parte americana si ribadisce che, come scrivevamo all'inizio, il tema del viaggio nel tempo è tutt'altro che nuovo e che non c'è vera somiglianza. In attesa che i tribunali decidano godetevi Timeless e magari anche la serie spagnola se riuscite a procurarvela.