Generali vuol crescere in Cina ma intanto guarda alla Francia

da Milano

«Anche quest’anno Generali China Life si attesterà solidamente ai primi posti tra gli assicuratori stranieri operanti in Cina nel settore Vita» ha detto a Radiocor l’ad di Generali, Sergio Balbinot, dopo che la joint venture è stata autorizzata ad operare in Liaoning. «Nel 2008 puntiamo ad espanderci ulteriormente con la richiesta di licenze per due nuove province» ha aggiunto. Generali è presente in Cina dal 2005 in joint venture con il colosso petrolifero Cnpc - China National Petroleum Corporation -, con una quota di mercato del 18 per cento. Secondo l’altro ad, Giovanni Perissinotto, tra i mercati più promettenti in cui la compagnia potrebbe fare acquisizioni nel 2008 ci sono quelli del Nord America e dell’Asia.
Intanto, stando a quanto scrive il quotidiano francese Les Echos, tra le ipotesi di riassetto della Cnp, gruppo assicurativo francese presente in Italia con Cnp Capitalia Vita, c’è anche quella di un passaggio sotto il controllo di un’altra compagnia, come Axa o anche le Generali, che avrebbero già manifestato il loro interesse.

Video che ti potrebbero interessare di Spettacoli