Gigi D’Alessio rischia di andare a processo per rapina

Nel 2007 si appropriò della macchina fotografica di un paparazzo appostato fuori dalla sua villa

Ora Gigi D’Alessio è nei guai. Rischia, infatti, di andare a processo per rapina.

Secondo le indiscrezioni riportate dal Corriere della Sera, sarebbe stato ascoltato dal pm Pietro Pollidori per una vicenda che risale ormai a quando si appropriò della macchina fotografica di un paparazzo. I fatti risalgono al gennaio del 2007: due fotografi sono appostati a pochi passi della villa all’Olgiata dove vive con Anna Tatangelo. Secondo la ricostruzione dei paparazzi fatta agli inquirenti, durante l'appostamente arriva un'auto da cui scende un gruppetto di persone. Tra questi c'è anche Gigi d’Alessio. Che, a detta dei fotografi, li aggredisce e strappa a uno di loro la macchina fotografica.

"Sono stato aggredito e mi sono difeso - si difende il cantante partenopeo - non tollero invasioni nella mia vita privata". La sua versione completa è ra agli atti della procura che dovrà stabilire se chiedere al giudice il rinvio a processo per reato di rapina.

Commenti
Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Lun, 12/01/2015 - 09:56

Cadrebbe nel ridicolo questo magistrato se rinviasse a giudizio l'amatissimo Gigi, per legittimi comportamenti protettivi del proprio vivere. Oltre a sollevare un vespaio di polemiche e fraintendimenti nocivi alla collettività. -r.r.- 9,56 - 12.1.2015