Giletti sbotta in diretta: ​"Mi vergogno dell'Italia"

Massimo Giletti sbotta in diretta contro lo Stato e la mafia: "Mi vergogno di far parte di questo Stato"

La sfuriata di Massimo Giletti va in onda su La7. Il conduttore di Non è l'Arena si è lasciato andare ad un duro sfogo in diretta per commentare la situazione di tre donne siciliane a suo dire "abbandonate" dallo Stato e dall'amministrazione regionale.

"Se la nuova politica che è arrivata in Regione non metterà mano a quello che sta succedendo a queste donne non le aiuterà - ha detto Giletti guardando la telecamera e visibilmente scosso - Perché io mi vergogno di appartenere ad uno Stato che non permetta a queste donne di avere una persona che va a mietere il grano, mietere il frumento. È una vergogna: io in questo Stato non mi ci trovo". La vicenda riguarda l'azienda agricola di quattro donne che per colpa della mafia ora si trova in ginocchio.

L'ultima puntata di Non è L'Arena andata in onda domenica ha riservato alcune soprese. Tra queste l'intervista a Malena, la pornostar ex politica del Pd. "Ero innamorata del mio lavoro da agente immobiliare - ha raccontato Malena Mastromarino - In 10 anni ho creato un'agenzia affermata. Nonostante ciò ho sempra avuto quel lato birichino che aveva voglia e curiosità di esplorare la sessualità". Ed è qui che Giletti non è riusito a trattenere una battuta: "Be' diciamo che l'ha esplorata abbastanza... Per carità... Ce l'aveva nella sua natura, anche da ragazzina forse...". Provocando le risa del pubblico.

Commenti

guerrinofe

Mar, 20/03/2018 - 10:51

Non ne perde una per metersi in vista il Clark Gable de noiatri e sputa ,convinto ,controvento ben sapeendo di essere ben protetto.

guerrinofe

Mar, 20/03/2018 - 10:53

Non ne perde una per metersi in vista il Clark Gable de noiatri e sputa ,convinto ,controvento ben sapeendo di essere ben protetto.....