Da Giovinco a Pirlo, che divertente scroccare ai Vip

Il duo comico Pio e Amedeo giocano con i cliché degli italiani all'estero

Laura RioA Sebastian Giovinco hanno fatto sganciare più di duemila euro (va bé per lui sono spiccioli) tra albergo e colazione. All'imprenditore Gianluca Vacchi hanno sottratto (e non ancora restituito) una carta di credito. Ad Andrea Pirlo sono riusciti a scroccare solo un pranzo in una spiaggia di Ibiza. Invece Federica Pellegrini non sono riusciti a raggirarla. Insomma, Pio e Amedeo, il duo comico ex delle Iene (al secolo Pio D'Antini e Amedeo Grieco, entrambi foggiani, entrambi di agosto del 1983) hanno girato mezzo mondo con un unico obiettivo: scroccare di tutto e il più possibile agli italiani all'estero, che fossero vip o gente comune. Il risultato? Delle divertenti gag racchiuse sotto il titolo EmiGRATIS che andranno in onda da domenica in seconda serata su Italia, per otto puntate, subito dopo Le iene. «Lo schema che abbiamo usato era questo: con la scusa di fare interviste, incontravamo personaggi famosi - racconta Pio - Poi tra una battuta, uno scherzo, entravamo in confidenza. Alla fine, grazie alla simpatia, ci facevamo pagare la cena, il pranzo, i vestiti, l'albergo, la macchina, qualsiasi cosa. E loro rimanevano di stucco, allibiti, come per dire ecco i soliti italiani. Alla fine però tutti saldavano i nostri conti». Certo, a telecamere spente, i due attori spiegavano che si trattava di uno scherzo, ma quello che si vedrà in video (con un sapiente montaggio) sono le facce stupite delle «vittime». «E comunque non abbiamo ripagato nessuno». Insomma, Amedeo,avete giocato sui più scontati stereotipi degli italiani, scrocconi, sbruffoni, maleducati... «Si, ma in maniera divertente, estremizzando le situazioni. E, purtroppo, nel nostro viaggio che è durato più di due mesi abbiamo constatato che la nostra immagine all'estero non è cambiato molto, quelle cose per cui ci vergogniamo esistono ancora. Anche se dove trovi un italiano trovi anche buonumore, allegria e generosità. E i nostri connazionali che vivono lontano sono molto più patriottici di noi». Pio e Amedeo hanno girato per Francia, Inghilterra, Ibiza, Formentera, Svizzera, Usa e Canada. Scopo dei viaggi non solo quello di vedere la reazione allo «scrocco», ma seguire anche un tema pur assurdo che sia, per esempio riportare la Gioconda in Italia o farsi assumere come cantanti a Little Italy a New York. «Abbiamo fatto incontri incredibili - racconta ancora Pio - Come quando ci siamo messi sotto casa di Mina e abbiamo cantato a squarciagola per due ore: alla fine per fari andare via ci ha salutato dalla finestra e siamo riusciti a filmarle il braccio!». Tra gli altri vip presi di mira Bonolis, Il Volo, Vieri, Canalis. L'impresa più difficile è stata far sorridere Pirlo, lui sempre così serio... Si è così lasciato andare da farsi leccare il piede destro. Con la Pellegrini, invece, i due hanno fatto una scommessa: se lei avesse perso in una gara di nuoto (con una vasca di svantaggio) avrebbe pagato loro i biglietti di ritorno in aereo: indovinate chi ha vinto...