Gomorra - La serie, Salvatore Esposito: "I camorristi tutti animali"

Salvatore Esposito, che nella serie Gomorra interpreta Genny Savastano, ha presenziato insieme a Cristina dell'Anna al Taormina Film Fest, dove ha parlato della serie tv e di nuovi progetti professionali, ma anche di camorra

A poche ore dall’attesissimo gran finale di stagione di Gomorra - La serie, in onda questa sera su Sky, Salvatore Esposito alias Genny Savastano nella serie, ha presenziato al Taormina Film Fest, insieme all’attrice Cristina dell’Anna, che nel telefilm ormai fenomeno di culto interpreta il ruolo di Patrizia.

I camorristi sono tutti animali, con tutto il rispetto per gli animali” ha dichiarato ieri Esposito, in un incontro con il pubblico nel quale ha svelato qualche dettaglio sul futuro della serie e sui suoi prossimi impegni professionali, ma anche dibattuto della piaga che affligge un territorio che ben conosce. “Oggi la camorra non ha niente a che vedere con realtà alla Sopranos, dove contano la famiglia e gli affetti. Per loro conta solo il potere. E questo almeno da 25 anni” ha sottolineato l’attore, aggiungendo che un’altra strada per i giovani è però possibile: “Dipende solo dallo Stato, che deve dare alternative e anche il senso della coscienza civile. Se questo non c'è, non se ne esce".

Classe 1986, di Mugugnano di Napoli, Salvatore Esposito si è affermato grazie alla serie tv ispirata al romanzo di Roberto Saviano, ma il pubblico potrà ammirarlo in nuovi progetti cinematografici, tra cui un cameo nel film dei Jackal, oltre che accanto a Massimiliano Gallo e Luisa Ranieri in Veleno sulla terra dei fuochi.

La trentenne attrice napoletana Cristina dell’Anna, che in Gomorra presta il volto a Patrizia, mediatrice tra il boss Pietro Savastano e il mondo esterno, ha parlato di Gomorra e delle influenze culturali sulla serie tv: “non è lontana dalla tragedia greca. Già il fatto di parlare di sentimenti fa pensare a qualcosa di shakespeariano. Il mio personaggio poi è una persona divisa tra bene e male”.

Nessuna anticipazione sul finale di stagione, se non qualche indizio di Salvatore Esposito in merito all’evoluzione di Genny. “In questa seconda parte risorgo come una fenice e sono più freddo e calcolatore. Il mio unico obiettivo è solo il potere".

Intanto, la terza stagione della serie prodotta da Sky Atlantic, Cattleya e Fandango è già stata confermata: oltre 150 i Paesi ai quali è già stata venduta, con una media di spettatori pari a 1.160.000 spettatori in Italia.