Grey's Anatomy, parla Shonda Rhimes: "Derek Shepherd doveva morire"

Alcuni mesi dopo la morte di Derek Shepherd in "Grey's Anatomy" e le critiche dei fan, parla Shonda Rhimes: "Così l'amore con Meredith Grey resta autentico"

Dal giorno in cui l'auto di Derek Shepherd è stata centrata da un tir, i fan di "Grey's Anatomy" hanno il dito puntato contro una sola persona. Una persona che risponde al nome di Shonda Rhimes. Lei, la sceneggiatrice più potente della televisione americana, che nella sua penna ha la sorte di alcuni tra i personaggi più amati delle serie TV statunitensi, finora ha sempre dribblato ogni domanda sulla morte di Derek, quindi sull'addio di Patrick Dempsey dal set di "Grey's Anatomy", e sulla possibilità che altri personaggi storici possano abbandonare la serie. Oggi invece a parlare, una volta per tutte, è proprio lei: la potentissima, e secondo i fan "malvagia", creatrice del telefilm. Ha parlato al Television Critics Association Press Tour, fornendo agli appassionati la spiegazione dell'incidente, dell'addio a Dempsey, delle voci su una possibile scomparsa anche di Meredith Grey.

«L'unico modo per far rimanere onesta la storia d'amore con Meredith era far morire Derek - ha detto la Rhimes - Se lui l’avesse lasciata sarebbe stato come dire che il loro non era vero amore e che tutto quello che abbiamo raccontato per undici stagioni era falso. L’amore di Meredith e Derek doveva restare l’amore di Meredith e Derek». Insomma, la storia della coppia più amata di "Grey's Anatomy" si chiude con la morte di Derek. Meredith, invece, sarebbe pronta a innamorarsi nuovamente, dando il via a una nuova love story ben diversa da quella col "Dottor Stranamore", ed Ellen Pompeo - l'attrice che la interpreta - dovrebbe rimanere nel cast. I fan possono star tranquilli. Almeno fino a quando la "cattivissima" Shonda non deciderà di mietere una nuova vittima.