Michelle Hunziker nei guai: la procura chiede sei mesi di carcere

Nel 2010 la conduttrice di "Striscia la Notizia" e il giornalista Max Laudadio hanno smascherato un finto agente. L'uomo li ha portati in tribunale

Sei mesi di carcere. Tanto ha chiesto la procura di Rimini per Michelle Hunziker, che rischia ora una condanna alla reclusione insieme all'ex inviato del tg satirico di Canale 5, Max Laudadio.

Nella puntata mandata in onda il 17 marzo del 2010, il programma aveva smascherato un'agenzia che "truffava" alcune modelle. Rodolfo Mirri era il proprietario di questa società di Riccione che, sentendosi offeso e diffamato, ha denunciato Michelle Hunziker e Max Laudadio. Mirri avrebbe anche chiesto un risarcimento da 1 milione e mezzo.

La showgirl svizzera deve rispondere, insieme a Laudadio, di diffamazione. La procura ha chiesto per Michelle 6 mesi di carcere, mentre per il giornalista 1 anno 4 mesi. Ma oltre a loro, anche le collaboratrici di Laudadio ora rischiano.

"Le tre aiutanti devono rispondere di violazione di domicilio, sostituzione di persona, interferenze illecita nella vita privata e discredito e ostacolo all'attività professionale. E per loro la procura ha chiesto pene da 1 anno a 9 mesi di reclusione.

Il processo è stato, per il momento, rinviato al 22 luglio per repliche e sentenza.

Commenti

Blueray

Sab, 16/04/2016 - 16:28

Ma scusate così non si capisce niente, fateci ameno sapere se ciò è accaduto perché il presunto truffatore si è rivelato un onest'uomo! In caso contrario che diffamazione sarebbe stata?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 16/04/2016 - 23:11

l'agente ha detto al giudice:-sono di sinistra- Bò, detto tutto.