Gwen Stefani: accordo trovato per il divorzio da Gavin Rossdale

A quasi un anno dall'annuncio della separazione, Gwen Stefani e l'ormai ex marito Gavin Rossdale sembrano aver trovato un accordo per i termini del divorzio. La cantante statunitense dovrà rinunciare ad alcune proprietà, ma il leader e fondatore dei britannici Bush non potrà avere una parte dei soldi dell'ex moglie

Sembra essere ormai definitivo l'accordo che sancisce i termini – soprattutto economici – del divorzio tra la cantante statunitense Gwen Stefani e l'ex marito Gavin Rossdale, fondatore e leader della band britannica dei Bush.

Conoscenti dal 1995, i due si sono uniti in matrimonio nel 2002, a Londra. Dopo tredici anni e tre figli – il primogenito Kingston James McGregor (2006) e i fratelli Zuma Nesta Rock e Apollo Bowie Flynn (rispettivamente nati nel 2008 e nel 2014) – la coppia è arrivata tuttavia al capolinea nell'agosto del 2015.

In merito all'accordo che ufficializza quindi definitivamente la separazione – non più solo affettiva, ma anche materiale – nonostante una complicata ed estenuante battaglia legale i due artisti sembrano aver raggiunto infine un buon compromesso. Stando infatti ad alcuni documenti ottenuti da TMZ, tanto la Stefani, 46 anni, quanto Rossdale, 50 anni, manterranno la totalità dei diritti sui frutti dei rispettivi successi musicali. E, ancora, nessuno dei due dovrà all'altro un assegno di mantenimento.

Tuttavia, sempre dal punto di vista strettamente economico, la frontwoman dei No Doubt ha acconsentito a cedere tutti i suoi diritti su quattro ville disseminate in Europa e comprate dai due nel corso del matrimonio, dovendo inoltre corrispondere a Rossdale la metà esatta del valore di vendita della loro casa di Beverly Hills, Los Angeles.

Per quanto riguarda i tre figli, invece, nessuno dei due ne ha ottenuto la custodia esclusiva, confermando una separazione di natura consensuale che permetterà a entrambi i genitori di passare del tempo con i bambini.