I CONCORRENTIIn arrivo anche il «capostipite» Netflix e il servizio «River» di Sky

Il «capostipite» del servizio di visione in streaming dei film e delle serie è Netflix, un'azienda che ha fatto fortuna negli Usa grazie al sistema di noleggio dei dvd via posta. Di enorme diffusione negli States, già arrivato in alcuni paesi europei, dovrebbe sbarcare a breve anche in Italia. Intanto, da domani parte la versione italiana realizzata da Mediaset. E, da marzo, arriverà quella di Sky, che si chiamerà «River» e il cui costo mensile (ma si possono acquistare anche singoli film) dovrebbe essere sui 10 euro. In entrambi i casi, si tratta di una proposta diversa da quella dell'on demand della pay tv, indirizzata al pubblico che non vuole acquistare un abbonamento, ma avere libero accesso (su Tv, ipad o consolle) a film e serie. Intanto Sky, sul fronte della visione tradizionale (cioè con gli orari fissi del palinsesto), ha da pochi giorni inaugurato un'opzione attesa dagli abbonati: il servizio «Restart», cioè un tasto blu del telecomando che permette di riportare un film già cominciato dall'inizio.