Gli incompetenti chic candidati in Rai

Dalla banchiera Tarantola all’ex pm Colombo: personaggi di alto profilo ma nessuno si è mai occupato di televisione

Gli alieni vanno di moda. Piacciono assai in quanto ritenuti lontani dalla politica, dai partiti e dalle lottizzazioni. Certamente lo sono. Brave persone, come no. Del salotto migliore. In Italia, di donne e uomini per bene come Benedetta Tobagi e Gherardo Colombo ce ne sono tanti. E c’è da esserne felici. Quello che risulta difficile, invece, è piazzarli nei posti giusti. Perché si teme che, oltre a essere lontani dai partiti, siano anche lontanissimi dalla materia di cui, se confermati dalla Commissione di Vigilanza, dovranno occuparsi. Per dirla prosaicamente, brave persone e lontane dalla politica: perfetto. Ma scegliere anche qualcuno che sappia come si fa televisione?
La scrittrice e collaboratrice di Repubblica, figlia di Walter Tobagi, ucciso dai terroristi il 28 maggio 1980, e l’ex magistrato di Mani pulite, ora presidente di Garzanti libri, sono stati designati quali candidati al Cda della Rai da quattro associazioni della società civile (Libertà e Giustizia, Se non ora quando, Comitato per la Libertà e Libera) alle quali il segretario del Pd Bersani aveva delegato la scelta di personalità di riconosciuto valore civile. È proprio vero che sulla Rai cascano tutti. Uscito dall’impasse dell’autoesclusione dalle nomine proclamata ai quattro venti fino a una settimana fa, Bersani ha già detto che è felice di votarli. Il direttore di Repubblica Ezio Mauro ha apprezzato la scelta su Twitter, a dimostrazione che «per la Rai si potevano trovare nomi indipendenti e liberi». Per carità, ottimo risultato; malgrado nel caso di Tobagi, già candidata nella lista Penati per la provincia di Milano, l’indipendenza sia ancora tutta da certificare. Così come, prima di regalare beatificazioni, sarebbe il caso di approfondire cosa ci sia nelle indagini aperte dalla Procura di Trani su Anna Maria Tarantola. Ma andiamo oltre. Perché nel metodo delle nomine Rai che fa puntualmente capitombolare politici e professori scafati c’è un altro vulnus che ci sta a cuore. Ovvero: quando si scelgono questi alieni sembra che li si vada a cercare un po’ troppo lontano. Più estranei sono all’argomento in questione, meglio è. A quel punto, se per viale Mazzini servivano persone autorevoli e indipendenti, tanto valeva proporre direttamente il presidente di Libera, don Ciotti. Si sarebbe fatta meno strada.
Il fatto è che le caratteristiche necessarie per governare la Rai sono tre e non due. Sembrerà difficile, ma alla moralità e all’autonomia, va aggiunta la competenza, questa sconosciuta. Invece, la si continua a trascurare, separandola dalla meritocrazia, senza alcun rispetto per la specificità dell’oggetto in gioco. Così ai vertici della tv pubblica oltre a Anna Maria Tarantola, ex vicedirettore della Banca d’Italia designata per la presidenza e Luigi Gubitosi, ex responsabile degli investimenti di Bank of America in Italia indicato per la direzione generale, andranno ad aggiungersi Benedetta Tobagi e Gherardo Colombo. Due banchieri, una scrittrice e un ex magistrato nella stanza dei bottoni del servizio pubblico. Incompetenti, ma molto chic. Vedremo se, quando dovrà nominare i 7 consiglieri, la Vigilanza saprà cercare qualcuno che sa che cos’è un palinsesto, cosa significa controprogrammazione, cos’è un format.
Quando, in passato, s’insisteva sulla «valorizzazione delle risorse interne» non lo si faceva per pura pedanteria. Quando, più di recente, si è introdotto il metodo dei curricula, non era per complicare il lavoro a chi ha l’onere delle nomine. Ma, semplicemente, per suggerire un minimo criterio di oggettività. Adottato per esempio anche dalla Bbc, che non è la tv di Atlantide. Indipendenza, autorevolezza e competenza. Non era difficile. Bastava applicare la «formula Monti». Quando in piena crisi economica, si è capito che occorreva recuperare credito all’estero e mettere mano ai conti pubblici, si è scelto un economista stimato in Europa. E sulla Rai, che non è roba sua, proprio lui ha cominciato a sbagliare, scegliendo due banchieri.
Commenti

Fiero

Mer, 20/06/2012 - 09:56

La Gelimini ha messo a capo dell'istituto per i terremoti un professore di Ginnastica...cos'è più scandaloso? Ma su queste pagine non ho letto nessuna critica.

Fiero

Mer, 20/06/2012 - 09:56

La Gelimini ha messo a capo dell'istituto per i terremoti un professore di Ginnastica...cos'è più scandaloso? Ma su queste pagine non ho letto nessuna critica.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mer, 20/06/2012 - 10:08

In Rai di gente capace di professionisti in grado di fare buoni programmi ce ne sono quanti se ne vogliono, piuttosto manca qualcuno che faccia pulizia, che cacci fuori la politica dalle televisioni, che abbia a cuore la cosa pubblica ed abbia il concetto di "servizio".

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mer, 20/06/2012 - 10:08

In Rai di gente capace di professionisti in grado di fare buoni programmi ce ne sono quanti se ne vogliono, piuttosto manca qualcuno che faccia pulizia, che cacci fuori la politica dalle televisioni, che abbia a cuore la cosa pubblica ed abbia il concetto di "servizio".

teramano

Mer, 20/06/2012 - 10:34

Un nome su tutti:Mauro Masi. Se aveste avuto il coraggio di criticarlo adesso sembrereste credibili ma non mi ricordo una critica verso il D.G. nominato da Berlusconi.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Mer, 20/06/2012 - 10:38

Allora perché non candidare anche Mago Zurlì, non avrà minore professionalità di Gherardo Colombo.

teramano

Mer, 20/06/2012 - 10:34

Un nome su tutti:Mauro Masi. Se aveste avuto il coraggio di criticarlo adesso sembrereste credibili ma non mi ricordo una critica verso il D.G. nominato da Berlusconi.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Mer, 20/06/2012 - 10:38

Allora perché non candidare anche Mago Zurlì, non avrà minore professionalità di Gherardo Colombo.

Massìno

Mer, 20/06/2012 - 10:37

Attenzione agli incompetenti. Come la Carfagna, la Minetti...sono un pericolo

egi

Mer, 20/06/2012 - 10:37

L'occupazione dello stato da parte di personaggi che tanto hanno contribuiuto nel salvare la sinistra, continua, altro che sospetto, queste sono prove.

pinolino

Mer, 20/06/2012 - 11:01

Quelli del PD hanno una capacità di fare politica pari a zero. Nei giorni in cui si parla di un insegnante di ginnastica messo a capo del ingv perché (pare) sponsorizzato dalla Gelmini sarebbe stato sufficiente tirar fuori due nomi "normali" e invece ... Colombo e Tobagi. Finché ci sono avversari politici di questa risma la speranza non è mai persa.

Rossana Rossi

Mer, 20/06/2012 - 11:10

E' evidente che ha ragione Ida Magli, possibile che 'sti banchieri si stiano piazzando dappertutto? Cosa ci fa un banchiere in Rai? e un magistrato? E la figlia di Tobagi? O essere figlia di qualcuno fa automaticamente una persona competente in qualunque campo? Ma per favore, altro che pagare il canone..............

pieropomiga

Mer, 20/06/2012 - 11:05

be', in questo senso il massimo é stato berlusconi che si é candidato presidente del consiglio senza averne la più pallida idea, e c'è stato pure chi l'ha votato

Arruffato

Mer, 20/06/2012 - 11:05

La RAI va privatizzata. Tutta quanta. E poi il servizio pubblico viene appaltato per concorso, il vincitore lo esercita dietro compenso. Il risultato per il Paese sarebbe straordinario. Si incasserebbe qualche miliardo, che in questo periodo farebbe solo bene, si abolirebbe il canone, che ridarebbe fiato alle famiglie e finalmente sarebbe risolto il problema delle ingerenze politiche nella RAI.

Sapere Aude

Mer, 20/06/2012 - 11:06

'e voi avete messo a capo di tizio'...'e voi avete messo a capo di caio'. E la guerra di chi è più sporco tra le fazioni. Insomma si tirano la giacca l'un con l'altro, e devono pensare che chi legge non si accorga del teatrino che mettono in scena.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 20/06/2012 - 11:21

L'emerito magistrato Gerardo Colombo avrebbe conflitto di interessi e commetterebbe traffico di influenza ad ogni piè sospinto. Quelli del pubblico impiego e specialmente i magistrati dovrebbero astenersi dal maneggio economico-finanziario. Il pericolo é che un suo compare magistrato espropri un'azienda televisiva e glie la dia a lui, accumulando soldi all'estero impunemente. L'occassione rende l'uomo ladro e la litigiosità per motivo di soldi nei militanti di sinistra è proverbiale. Infatti sono incapaci di stare sul libero mercato in concorrenza leale, ma solo con le costrizioni degli imbrogli legalistici. Che non sono legali, ma loro li "interpretano". Per amor di Dio: Vade retro. I sinistri possono bastare.

Cinghiale

Mer, 20/06/2012 - 11:53

Evidentemente trovare qualcuno da mettere al posto giusto per giusta competenza è parecchio difficile in Italia. Uno dei motivi per cui l'M5S prende tanti voti è che sbandiera l'intenzione di mettere persone che abbiano competenza nelle materie di cui si devono occupare. Purtroppo i baracconi statali o parastatali saranno sempre un luogo in cui piazzare gli amici per il voto. - #11 Sapere Aude - Credono alla stupidità ceca altrui.

disalvod

Mer, 20/06/2012 - 12:12

Siamo Purtroppo Alle Solite Porcate Italiane.questo E' Il Paese Piu' Burocratico Del Mondo.basta Che Hai Un Pezzo Di Carta E Poi Non Sei Capace Di Fare Nulla Hai Diritto Ad Essere Colui Che Sicuramente Ci Continuera' A Rovinare.la Meritocrazia E' Alla Base Di Tutto.purtroppo Molti Hanno Rappresentato E Rappresentano Il Popolo Nelle Istituzioni Perche' Si Sono Avvalsi Soltanto Dei Loro Titoli E Non Delle Loro Capacita'.cambiare,cambiare,cambiare Prima Che Si Arrivi All'irreparabile.

buonanotteallitalia

Mer, 20/06/2012 - 12:07

#8 Rossana Rossi: sciacquati la bocca, shampista da due soldi, prima di nominare Benedetta Tobagi. E torna a leggere Chi.

elpilagro

Mer, 20/06/2012 - 12:31

della serie...largo ai competenti! il politburo di Bersani ha confermato se ancora qualcuno avesse dei dubbi di che pasta sono fatti loro!! Una poverina le hanno ammazzato il padre i "compagni che sbagliano" quindi gli stessi compagni devono darle una mano e sistemarla l'altro è un noto golpista alla stregua di Tonino l'analfabeta magliaro! Che con le inchieste da magistrato ha costruito la sua carriera politica rubando soldi a piu' non posso. Questo è il PD signori Non si dovranno meravigliare questi imbecilli se Grillo spazzera' via tutti.

Logudoro

Mer, 20/06/2012 - 13:13

Gherardo Colombo ex PM non gli basta la pensione? Possibile che si dia di più a chi ne anche troppo , quali esperienze ha questo personaggio forse di far posto ad altri suoi colleghi del famoso gruppo di toghe Rosse, cosi abbiamo tutta la magistratura ben piazzata in parlamento, nei comuni, provincie, Regioni, che vogliono creare un amministrazione tra i magistrati in servizio con doppi incarichi ed ex magistrati da accomodare vita duranti in posti di eccellenza, si goda la pensione è non rompa le scattole

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Mer, 20/06/2012 - 15:55

Questo è un Paese senza futuro,per tanto che si cerchi di migliorarlo,ogni qualvolta si presenta la possibilità di farlo,a qualsiasi livello,come una maledizione ricompaiono cariatidi vetuste,tristi,blasonate e superstipendiate mettere a disposizione il deretano dorato con il beneplacido della informe massa rossa.Oltre che dominati dai banchieri abbiamo l'onta infelice di essere circondati da magistrati tignosi e arroganti dediti a sciorinare fatwe quotidiane.Non se ne può più,colombo,pisapia,why not,travaglio,ecc.manco fossimo un pase di truffatori incalliti.Che schifo.

erminiamusolesi...

Sab, 07/07/2012 - 21:55

ma cosa c'azzeccano i banchieri e magistrati con la rai?che accidenti ne capiscono?o forse bisognava sdebitarsi x qualcosa?e la tarantola è x caso parente prossima del bocconiano?guardate le facce sono belle nella sressa maniera,e x quello che ho visto anche la supponenza sembra la stessa......poveri noi,però mi chiedo:-ma è costituzionale che un governo tecnico,voluto solo da determinate menti eccelse(!)e non suffragato dal popolo possa comportarsi così?forse sono coccia,ma,non dovrebbe interessarsi solo dei conti?Ma,forse ho perso un passaggio e siamo in dittatura.....