La Innocenzi si crede troppo una Gabanelli

Il problema di Giulia Innocenzi è che pensa di essere Milena Gabanelli, ma di Gabanelli ce ne è una sola

Il problema di Giulia Innocenzi è che pensa di essere Milena Gabanelli, ma di Gabanelli ce ne è una sola. I reportage di Milena sugli animali fecero veramente scalpore andando a rivelare comportamenti terribili nei confronti degli animali, come quello sulle oche «da piumino».

In ogni caso, nonostante la sua aria da saputella di giovane cresciuta troppo in fretta alla corte di Michele Santoro, la Innocenzi fa bene a puntare il dito contro gli allevatori di maiali che non rispettano le regole e gli animali. Alcune immagini mostrate sono davvero eloquenti. Però, quel che traspare da Animali come noi, il programma cominciato l'altra sera su Raidue, non sembra solo la volontà di denunciare il maltrattamento dei maiali, ma anche quella di mettere in mostra l'autrice del reportage medesimo. Si sono viste più inquadrature della suddetta giornalista che dei maiali chiusi negli allevamenti intensivi.

Con un buon quarto d'ora di riprese di lei che tenta inutilmente di parlare con i titolari di una azienda che produce prosciutti, additati come «colpevoli» di trattare male gli operai (ma l'argomento non erano gli animali?) ma soprattutto di non accettare di rispondere alle domande della «nota» giornalista. Si sono viste tante altre bellissime inchieste in Rai, molto più incisive, dove le giornaliste quasi non si mostravano alle telecamere. La trasmissione finisce con un'intervista a Giovanna Parmigiani di Confagricoltura che smonta pezzo a pezzo le accuse della giornalista.

Alla fine l'Auditel segnala un dignitoso 5,6 per cento di share con 600.000 spettatori. Comunque, la Rai doveva chiudere i «debiti» con Santoro e Animali come noi, prodotto dalla società del giornalista, fa parte del pacchetto.

Video che ti potrebbero interessare di Spettacoli

Commenti

unz

Ven, 17/03/2017 - 15:01

...che tristezza

Iacobellig

Sab, 18/03/2017 - 06:21

UN'ALTRA CRETINETTA ALLO SBARAGLIO.

silvio50

Sab, 18/03/2017 - 09:22

ma dobbiamo pure pagarla con soldi pubblici?azz....

giovinap

Sab, 18/03/2017 - 10:29

la falchi parlava delle carriere fatte nei letti , ecco , questa è la prova lampante di quel tipo di carriera , anche se bisogna dire che questa carriera è stata fatta nel letto con il baldacchino .

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 18/03/2017 - 14:27

Ragazzina saccente e petulante, insopportabile.

LOUITALY

Sab, 18/03/2017 - 19:49

una insopportabile arrogante cretinetti

Ritratto di nestore55

nestore55

Mar, 21/03/2017 - 00:02

Una cretina ritenuta e valutata ció che non è.E.A.

Italianoinpanama

Mar, 21/03/2017 - 01:04

e le oche da letto dove le mettiamo

Ritratto di Beppe58

Beppe58

Mar, 21/03/2017 - 07:39

Il problema, e non solo alla Rai, è che molte persone che lavorano in televisione hanno un'immagine così alta di sé da sfiorare il ridicolo. Sono lì in quanto raccomandati, figli fratelli o amici di qualcuno che può, hanno la stessa preparazione culturale, politica ed economica di un pollo in batteria e, nella loro sconfinata presunzione, pensano di essere credibili. Il re è nudo, e lo ignora, tra le risa degli astanti...

roseg

Mar, 21/03/2017 - 13:41

coccodè coccodè co co co coccodè !!!

Iacobellig

Ven, 24/03/2017 - 06:02

LE IMBECILLI SORGONO SEMPRE E VELOCI COME FUNGHI.

pagano2010

Ven, 24/03/2017 - 12:27

L'espressione del viso dice proprio tutto

klucoc

Ven, 24/03/2017 - 15:06

giornalista sinistra

tuttogas

Ven, 24/03/2017 - 18:40

ma dobbiamo vedere ancora per tanto pubblicata questa faccia da c..o? è una settimana che mi viene il vomito....

lupo1963

Sab, 25/03/2017 - 17:42

Generalmente chi ha una faccia con espressione da cretina E' veramente una cretina.

Gilberto

Dom, 26/03/2017 - 11:00

La classica pidiota raccomandata.

cesrosan

Dom, 26/03/2017 - 11:03

L'importante, anzi essenziale , è essere di sinistra poi va tutto bene, anche non essere capaci di fare niente, ti trovano sempre qualcosa da fare basta avere la tessera PD e qualche conoscenza importante.