"Io rapper sovranista? Mi piace che si canti italiano..."

Il trionfatore di X Factor protagonista del Festival: "Mi hanno invitato all'ultimo, mi sono buttato"

Dopotutto non capita quasi mai che al Festival il personaggio del giorno non sia né concorrente, né ospite internazionale. Alla quarta serata la sorpresa è stata Anastasio, il vincitore di X Factor che conferma in sostanza quanto certificato dagli ascolti e anche da Fulvio Conti, presidente Tim, che all'AdnKronos ha detto: «Il pubblico giovane aumenta sia in tv che nell'interazione sui social». Diventando il simbolico figlio di Claudio Bisio, Anastasio ha cantato Correre, che è già disponibile in streaming. Un testo, a dirla tutta, molto più intenso del monologo di Bisio, ispirato alle righe di Michele Serra. «Questa cosa mi è stata proposta due settimane fa, ci ho riflettuto un po' e poi mi è venuta l'ispirazione», spiega questo rapper ventunenne di Meta di Sorrento (la stessa città di Schettino) che ha una caratteristica sempre più rara: parla con le rime e non con le stories su Instagram.

Però, Anastasio, qualcuno ha obiettato che lei non meritasse il ruolo di super ospite.

«Mica ho fatto il super ospite. Mi hanno invitato come ospite di Bisio e non ho neanche portato un mio brano già noto. E, se vogliamo dirla tutta, non sono neanche stato annunciato, tanto è vero che nessuno si aspettava di vedermi sul palco dell'Ariston».

La definiscono «rapper sovranista» e quindi sarà contento di un Festival praticamente senza ospiti stranieri.

«In realtà il mega ospite internazionale è sempre un fatto in più, incuriosisce. Ma sono d'accordo sull'idea che un super ospite internazionale si avvicini alla musica italiana, come hanno fatto l'anno scorso sia Sting, sia James Taylor. A patto che si senta a proprio agio».

Insomma, lei è rap solo sul palco, nella vita pare di no.

«Sono lucido, fin troppo lucido».

L'altra sera ha debuttato al Festival di Sanremo, ma sembrava un veterano. Niente emozione, molta concretezza.

«Mi ha aiutato il brano, che mi rappresenta molto».

Lo sfogo di un figlio nei confronti del padre...

«Siamo una generazione che viene pressata a correre senza sapere neanche in quale direzione. Siamo sottoposti a una competizione estrema. Però io non dimentico che è necessaria una ricerca, un approfondimento, una sorta di lunga riflessione per capire chi si vuole essere e diventare».

In ogni caso, dopo la vittoria di X Factor, il rapper sconosciuto si ritrova con mezzo milione di follower su Instagram.

«Interagire con mezzo milione di persone è davvero complicato».

Anche fare i conti con le polemiche politiche...

«Una faccenda assurda».

Riassumiamo: Anastasio ha interagito con profili di esponenti di centrodestra ed estrema destra.

«Qualche esaltato sui social continua a tirarmi in ballo. Però credo sia assurdo pensare che ogni clic equivalga a una opinione ben precisa. Ed è anche inconcepibile che l'opinione di un qualsiasi concorrente di talent show possa diventare un argomento di dibattito politico».

Commenti

corivorivo

Dom, 10/02/2019 - 17:25

Anastasio è il futuro. bisio,baglioni cgil fazio sfera il passato. e bastaaa!!!