Irama: "Amici è come fare Sanremo ogni sabato per quattro mesi"

Irama, reduce dal successo di Sanremo 2019 dove si è presentato con la canzone "La ragazza col cuore di latta", parla di Amici e del suo rapporto con i social e con la critica

Irama, pseudonimo di Filippo Maria Fanti, che di recente ha ufficializzato la rottura con Giulia De Lellis, si è raccontato in un'intervista a tutto campo su Sette, il magazine del Corriere della Sera in edicola oggi. Il cantante, attualmente in tour, è reduce dal successo del Festival di Sanremo 2019 dove ha presentato il brano "La ragazza con il cuore di latta" che parla della violenza di un padre su una figlia. Irama nel 2018 ha vinto Amici, il talent ideato e condotto da Maria De Filippi: "E' stato un megafono eccezionale. E' una scuola incredibile: quattro ore al giorno a studiare con super professionisti".

Come quasi tutti gli allievi di Amici, anche Irama è grato al programma che l'ha lanciato e a Maria De Filippi: "Lì dentro si cresce, ti danno tanto anche a livello personale. Ma non ti regalano nulla. Ho visto ragazzi star male, c'è una pressione incredibile: è come fare Sanremo ogni sabato per quattro mesi. Mi fanno arrabbiare i giornalisti che sminuiscono gli artisti che vengono dai talent. E' un atteggiamento superficiale di chi non conosce quella realtà. Mi piacerebbe essere giudicato per le mie canzoni".

Irama non teme i giudizi della critica ma se qualcuno scrive che una sua canzone è brutta ne sente il peso. E' convinto che se "La ragazza con il cuore di latta" fosse stata scritta da un cantante impegnato, di quarant'anni e non venuto fuori da un talent, avrebbe ricevuto un'altra accoglienza.

Il vincitore di Amici 2018 ammette di non riuscire a disconnettersi mai da Instagram. Lui, di suo, non sarebbe così social ma c'è il rischio che "i fan pensino che non te ne freghi nulla di loro e bisogna fare lo sforzo di esserci, sempre".