Islamabad contro Homeland: "Denigrato il nostro Paese"

Dopo la Corea del Nord anche il Pakistan si scaglia contro Hollywood. Ai diplomatici pachistani non è piaciuta affatto la quarta stagione di Homeland: "Il nostro Paese non è un inferno pieno di terroristi"

Ai diplomatici pachistani negli Stati Uniti non è piaciuta affatto la quarta stagione di Homeland. Come spiega il New York Post, la popolare e premiata serie televisiva è finita nel mirino con l'accusa di aver che rappresentato il Pakistan come "un inferno" brutto, sporco e pieno di terroristi.

Nell'ultima stagione di Homeland l'agente della Cia Carrie Mathison, interpretata da Claire Danes, è capo stazione dell’agenzia ad Islamabad. E qui dove deve fare i conti con un agente dell'Isi, il servizio segreto pachistano, che esplicitamente fiancheggia i talebani. "Denigrare un paese che è uno stretto partner ed alleato degli Stati Uniti, è negativo non solo per gli interessi di sicurezza nazionale americani ma anche del popolo americano", ha affermato al giornale newyorkese il portavoce dell’ambasciata pachistana a Washington, Nadeem Hotiana. Ancora più severo il giudizio di altri diplomatici, che hanno parlato mantenendo l’anonimato: "Le continue insinuazioni che l’intelligence pachistana sia complice nel proteggere i terroristi alle spese dei civili innocenti non solo è assurda ma è anche un insulto al sacrificio delle migliaia di militari pachistani caduti nella lotta al terrorismo".

Ai diplomatici pachistani, che hanno guardato attentamente tutte e dodici le puntate della quarta stagione della serie tv che si è appena conclusa, ha dato fastidio non solo l’aspetto politico della trama, ma anche il modo in cui viene rappresentata la capitale pachistana. "Islamabad è un città tranquilla e pittoresca con belle montagne e molto verde - afferma uno dei diplomatici - in Homeland viene presentata come un inferno pauroso, una zona di guerra dove vi sono sparatorie ed esplosioni e corpi ovunque. Nulla più lontano dal vero". Completamente sbagliato anche il modo in cui i produttori hanno fatto parlare i personaggi pachistani, sia quando parlano inglese, come se fossero americani, che quando parlano urdu. "L’accento non è quello locale - affermano i più puristi - vengono usate parole assolutamente fuori contesto". Insomma, ha concluso il portavoce dell’ambasciata, se i producer della serie avessero condotto "un po' più di ricerche sarebbe stato molto meglio".

Commenti

Armandoestebanquito

Sab, 27/12/2014 - 13:02

Che ci siano terroristi fanatici in giro e' una cosa e che i yankies sono un popolo di fighters cowboys che pensano che tutti gli altri sono dei scemi e' un'altra. Loro denigrato chiunque, scrivono la storia dei buoni e cattivi. Insomma, fanno quello che vogliono. E ricordatevi, saranno loro a premmere il bottone rosso poiche sara' tutto finito.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 27/12/2014 - 13:20

Errato. È' proprio un inferno piene di terroristi. Non hanno appena sterminato oltre 200 bambini? Maledetti trogloditi con la bomba atomica.

mbghilotti

Sab, 27/12/2014 - 13:45

C'e' il filo terrorismo da fiction ma soprattutto il terrorismo reale di stato come condannare a morte per blasfemia la cristiana Asia Bibi. Questo e' il Pakistan.

Ritratto di Nanuq

Nanuq

Sab, 27/12/2014 - 13:58

I pakistani: "....Il nostro Paese non è un inferno pieno di terroristi.....". Vero! È il PARADISO dei terroristi

rambaldi11

Sab, 27/12/2014 - 14:32

infatti Bin Laden non era li', protetto dai servizi pakistani?

Ritratto di Nanuq

Nanuq

Sab, 27/12/2014 - 17:54

Armandoestebanquito: ma tu, da dove sei scappato?

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Sab, 27/12/2014 - 18:53

CREDO KE SIA IMPOSSIBILE RIUSCIRE AD OFFENDERE STATI COME PAKISTA E INDIA.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Sab, 27/12/2014 - 18:54

POVERINI LI HANNO DENIGRATI. MA KE FACCE DI M...

plaunad

Sab, 27/12/2014 - 19:13

Comunque gli yankies dovrebbero smetterla con i loro filmetti dove sono sempre dei super eroi perfetti mentre tutti gli altri delle merdacce. Ma chi si credono di essere? Un po' di pesci in faccia non gli farebbe male.

giumaz

Dom, 28/12/2014 - 09:30

Il Pakistan è uno dei paesi più di mxxxa del globo terracqueo ... meglio che stiano zitti, altro che diffamati.

Marco2012

Dom, 28/12/2014 - 12:11

PAKISTANI: FACCE TOSTE. STANNO FACENDO STRAGE DI INNOCENTI CRISTIANI, HANNO LEGGI CORROTTE E POLIZIA CORROTTA, E OSANO LAMENTARSI. SI. SONO PROPRIO DELLE FACCE TOSTE,GENTE INDEGNA DI ESSERE DEFINITA CIVILE.

bernaisi

Dom, 28/12/2014 - 12:26

Meraviglioso e spaventosamente vero sembra un telegiornale più che un film. Hai pakistani dispiace essere presentati per quello che sono in realtà mi sembra strano visto che hanno scelto loro di essere un paese islamico quindi teocratico e medioevale, i paesi teocratici di qualunque religione al mondo riducono la popolazione all'ignoranza ed alla miseria.

esseeddy

Dom, 28/12/2014 - 14:13

Io ho visto tutta la quarta stagione appena terminata, cui fanno riferimento questi "diplomatici". Non è affatto vero che Islamabad è rappresentata in quel modo, ci sono svariate scene durante la stagione in cui si vedono viali centrali della citta, grandi alberghi, l'aeroporto, e varie parti moderne delle citta. Altre scene sono ambientate in vari suk, perlopiu' usati durante scene di fuga per confondersi nella folla. E non è nemmeno vero che tutta l'intelligence pakistana è rappresentata come fiancheggiatrice dei talebani, dato che Carrie viene piu' volte aiutata e salvata dal comandante del controspionaggio pakistano. Mi pare la solita polemica strumentale per dare addosso a questi cattivoni americani, che si tratti del governo o di un produttore televisivo.