Gli italiani più fortunati? I nati negli anni '30 e '40

Lavoro, stipendi alti, stabilità politica, benessere e ottimismo Il contrario del mondo d'oggi in crisi economica e istituzionale

I nostri lettori lo conoscono bene. Livio Caputo (classe 1933) ha lavorato per il Corriere dell'Informazione, per Gente, Il Resto del Carlino, La Nazione, Epoca, è stato direttore della Notte ed è una firma storica del Giornale dai tempi di Montanelli a oggi. Una carriera strepitosa, ma anche una vita fortunata. Tanto che qui sostiene l'idea che la sua sia stata la generazione di italiani che ha goduto di maggior benessere di sempre: lavoro «facile», niente guerre, tanto ottimismo. Ma è davvero così? Da domani il Giornale ospiterà interventi che si confronteranno con la sua tesi.