Justin Bieber disonora la memoria di Prince: "Non era l'ultimo grande performer vivente"

Un giorno dopo la morte dell'icona del pop, il cantante canadese ha scatenato feroci polemiche

Mentre tutti i colleghi del mondo della musica e dello spettacolo facevano a gara per lasciare un tributo sui social netowrk e ricordare la figura del compianto Prince, morto due giorni fa, una voce fuori dal coro ha scatenato pesanti polemiche.

Il cantante canadese Justin Bieber, infatti, commentando il ricordo che su Instagram ha fatto Andrew Watt, ha detto una parola di troppo che a molti è sembrata fuoriluogo.

Mentre Watt scriveva "Lo scorso martedì sera prima del mio spettacolo ero così stanco della settimana passata a viaggiare, così ho deciso che avrei indossato la mia maglietta di Prince per comodità .. .Io non ho fatto la doccia dopo il concerto perché ero sfinito ... sono andato a dormire con quella t shirt e poi l'ho indossata di nuovo tutta la giornata di ieri ... oggi mi sono svegliato con questa notizia e sono veramente fuori di me ... devastato ... lui era l'ultimo dei grandi performer viventi ... il mio idolo ... la sua connessione a tutti i suoi strumenti ha prodotto un aura trascendente e il mondo è solo meno bello senza di lui ... Ma c'è qualcos'altro ... L'aldilà "#RIPPRINCE", Justin Bieber ha risposto: "Ok, ma non era l'ultimo grande performer vivente".

Ovviamente queste parole di Justin hanno alzato un vero polverone sui social e in molti si sono scagliati contro il cantante.