Justin Bieber scatena una rissa, ma ne esce perdente

Nella notte di mercoledì Justin Bieber è stato il protagonista di una piccola scazzottata, finita per lui decisamente male. La rissa, che ha visto il cantante canadese capitolare nei confronti del suo improvvisato avversario, è stata documentata da un video pubblicato da TMZ

Sembra davvero ben lontano dal concludersi il periodaccio che sta attraversando negli ultimi mesi Justin Bieber.

La giovane pop star canadese, 22 anni, è stato infatti coinvolto in una violenta rissa mercoledì notte a Cleveland, dove il cantante si trovava per seguire le finals NBA tra i Cavaliers e i Golden State Warriors. La scazzottata, di cui non si conosce l'esatta dinamica né cosa l'abbia scatenata, è stata tuttavia documentata con un filmato registrato da un passante, diffuso sul web dal sito di gossip TMZ.

Nel breve video, che in poco tempo è divenuto virale in rete, si vede quindi Justin Bieber all'uscita dal suo albergo di Cleveland spintonare un uomo di origini afroamericane. In ogni caso, anche se sembra proprio il teen idol canadese a dare il via alla lotta, in pochi secondi è sempre quest'ultimo a capitolare nei confronti del suo improvvisato avversario, finendo addirittura a terra.

Tuttavia, qualche ora dopo l'episodio l'interprete di “Sorry” ha tentato di capitalizzare l'accaduto condividendo su Instagram un selfie in bianco e nero accompagnato dalla didascalia “nessun graffio su questo bel ragazzo”. Lo scatto, però, è stato in poco tempo rimosso dal profilo ufficiale di Bieber, rimanendo tuttavia disponibile su alcune fanpage del cantante.