Kaos: la nuova serie tv Netflix sulla mitologia greca

L’azienda miliardaria ha ordinato una nuova Serie Tv, dagli spunti interessanti, alla creatrice di The End Of The F****ing World, Charlie Covell

A tutti gli amanti di Netflix e appassionati del piccolo schermo, non potevamo non annunciarvi Kaos, il nuovo progetto targato Netflix, che sarà incentrato sulla mitologia greca rivisitata in chiave moderna e non senza spunti ironici e dark, da Charlie Covell. Conoscendo le qualità della regista, ampiamente dimostrate con The End Of The F****ing World, ci aspettiamo una serie avvincente, una serie che riesca a far presa tra il pubblico, ricca di quella ventata di novità con la quale la Covell ci ha già travolto col precedente lavoro.

Sappiamo che leggende basate sull’antico mondo greco sono numerose e anche molto particolari e interessanti, da divenire, negli anni, fonte d’ispirazione per moltissimi prodotti d’intrattenimento. Anche Kaos, stando alle premesse, si unirà a questo filone tematico, ma cercherà di innovarsi, distaccandosi dalla visione classica in favore di una più moderna, dai toni ironici e dark.

L’annuncio è arrivato pochissime ore fa, precisamente nella serata di ieri. Purtroppo, per il momento, si sa ben poco in merito. Il cast non è ancora stato annunciato ufficialmente e nemmeno la data d’uscita, ma, presumibilmente, non la vedremo sul portale di streaming prima del prossimo anno, dal momento che le riprese non sono ancora iniziate. Per quanto riguarda la trama sappiamo solamente che sarà una rivisitazione dark-comica e contemporanea della mitologia greca, che esplorerà i temi della politica di genere, del potere e della vita negli inferi.

Insomma, seppur con temi diversi, i toni sono molto simili a quelli di The End Of The F****ing World, che tanto successo ha riscontrato. A proposito di quest'ultima serie, vedendo come si è conclusa, tutti si saranno chiesti: ci sarà una seconda stagione? Purtroppo, per ora non è stato ufficializzato nulla, ma, stando ai rumor, una seconda stagione ci sarà eccome.

Se siete, quindi, appassionati della mitologia greca, stimatori della Covell e della sua vena artistica, annotate Kaos, perché si prospetta un titolo molto interessante.