Le Kardashian finiscono in analisi

Kim Kardashian rivela come, insieme alle sorelle, stia seguendo una terapia di gruppo: una scelta per affrontare con il massimo della serenità la transizione da Bruce a Caitlyn Jenner

Terapia di gruppo per le sorelle Kardashian, per affrontare con il massimo della serenità la transizione di Bruce Jenner a Caitlyn Jenner. È quanto rivela la socialite Kim Kardashian, in dolce attesa del secondo figlio di Kanye West, in occasione di un intervento per il Commonwealth Club in California. La regina di Instagram, recentemente superata dalla piccola Kylie in fatto di condivisioni compulsive, ha spiegato come la famiglia abbia colto di buon grado la nuova vita transgender di Caitlyn. Tanto da affidarsi a un analista per poter affrontare, nel massimo dell'unità, tutte le sfide che questa transizione potrà comportare soprattutto con i media.

«La risposta è stata irrefrenabilmente positiva - spiega la trentaquattrenne Kim - spero che le persone non giudichino. Il pubblico è stato davvero fantastisco e Caitlyn lo apprezza molto. Abbiamo deciso di mostrarlo nello show ["Keeping Up With The Kardashians", ndr], perché ognuno di noi ha dovuto affrontare un diverso percorso emozionale per accettarlo. Riguarda Caitlyn, ma anche tutta la famiglia: frequentiamo la terapia di gruppo insieme».

Parlando anche per le sorelle Khloé, Kourtney e Kylie, l'ereditiera ha concluso sottolineando come la rinascita di Bruce in Caitlyn abbia aiutato l'intera famiglia a essere più aperta e positiva nei confronti delle scelte altrui: «Caitlyn mi ha insegnato a essere meno critica».