Kylie Jenner difende il suo titolo di giovane miliardaria

Stanca delle accuse che le sono state indirizzate e che sottolineano che l'erede dell'impero Kardashian non può essersi fatta da sola, Kylie Jenner risponde difendendo il proprio titolo

Kylie Jenner è stata incoronata da Forbes come la più giovane miliardaria, battendo anche l'inventore di Facebook Mark Zuckerberg, che ottenne il titolo a ventitré anni, contro i ventuno della piccola di casa Kardashian.

La notizia, tuttavia, non è stata accolta molto bene dall'audience, che ha cominciato a dire che, dopotutto, Kylie Jenner non si è fatta propriamente da sola. L'accusa è quella di essere comunque cresciuta tra fama e denaro e, perciò, aver avuto la strada spianata sin dall'inizio. Anche solo il reality incentrato sulla sua famiglia sarebbe bastato a renderle le cose estremamente facili.

Tuttavia Kylie Jenner non ha voluto accettare nessuna di queste critiche e ha risposto. Durante un'intervista in Germania, riportata da The Blast, la fondatrice della linea di Make Up Kylie Cosmetics ha detto: "Non c'è davvero nessun altra parola rispetto a self-made, perché è la verità. È la categoria a cui appartengo."

Allo stesso tempo, però, nel difendere il suo diritto al titolo datole da Forbes, Kylie Jenner ammette che la fama televisiva della sua famiglia ha senz'altro aiutato a portare al successo la sua linea di cosmetici: "Rappresento un caso particolare, perché prima di costruire la Kylie Cosmetics avevo già una piattaforma immensa e tantissimi fans. Non ho mai preso soldi dai miei genitori dopo i miei 15 anni. Ho usato il 100 per cento dei miei soldi per far partire la mia azienda e nemmeno un centesimo del mio conto in banca è stato ereditato. Ed io sono molto fiera di questo".


Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?