La7, palinsesti tv: con Siani arriva la svolta "comica" di Cairo

Via Santoro, arriva il comico napoletano al timone del talent "Il boss dei comici". Un programma in prima serata per Myrta Merlino e ancora tanta (forse troppa) informazione

Urbano Cairo si tiene stretta la sua La7. Nonostante gli ascolti poco competitivi. Nonostante le sempre più frequenti rivolte intestine dei dipendenti del settimo canale. Nonostante le accuse di aver marcato una linea editoriale "gossippara" (del resto, quello è il suo mondo). E nonostante siano in molti i creditori abituati a bussare a lungo alla sua porta (produttori, service e fornitori tra i quali ci sono aziende come Endemol, Sky e Magnolia).

L'editore di La7 ha deciso di mettere una firma leggibile sui palinsesti della rete per la prossima stagione televisiva. Una svolta leggera, frivola, comica. Chiamato a rapporto Alessandro Siani che vestirà i panni di giudice nel nuovo talent show Il boss dei comici che debutterà in prima serata a partire ottobre. "Aver portato dei cambiamenti ha dato i suoi frutti - ha spiegato Cairo -, oggi riteniamo sia giusto fare altri cambiamenti allargando all'intrattenimento e alla comicità". Ancora da stabilire se il programma andrà in onda nella serata del giovedì o della domenica. Certo, vedere una trasmissione così leggera sostituire l'ex monolitico talk politico di Michele Santoro, risulterebbe davvero strano. Quasi un'evidente stonatura.

Tra le novità presentate oggi anche un programma pomeridiano, condotto da Tiziana Panella, volto di punta di Coffee Break. Per l'altra amazzone del talk di La7, Myrta Merlino, si spalancano le porte della prima serata. La conduttrice di L'aria che tira, approderà in prime time con una trasmissione cucita su di lei.

Arriverà anche la serie 1992 con Stefano Accorsi, che la rete trasmetterà in prima serata, seguita da momenti di approfondimento sul caso "Mani Pulite" condotti da Enrico Mentana. Con la speranza che, almeno il commento giornalistico, riesca a privilegiare la realtà dei fatti di Tangentopoli rispetto all'interpretazione.

In programma anche serate speciali, come quelle del concorso di Miss Italia, condotto da Simona Ventura e Vladimir Luxuria, che apriranno la stagione televisiva a settembre.

Ma non sono solo le novità a fare notizia. Il prossimo anno ci saranno anche delle illustri assenti: cancellate le Invasioni Barbariche di Daria Bignardi che, la scorsa edizione, non avevano certo brillato. Sia per contenuti che per ascolti. Idem per Giulia Innocenzi con la quale c'è un "dialogo aperto" ma nessun programma in palinsesto, né in autunno né a primavera. Questione "irrisolta" anche quella con Michele Santoro. Insomma, una panchina di (ex) fuoriclasse.

Commenti

marygio

Gio, 09/07/2015 - 16:25

la7 forse la guardo una volta in un anno per 5 minuti.... se va bene.....ahhhhhhhhhhhh

Ritratto di Roberto53

Roberto53

Gio, 09/07/2015 - 16:39

Tutti comunisti che interrompono continuamente l'interlocutore scomodo e si sdraiano a tappetino davanti i PD...

maurizio50

Gio, 09/07/2015 - 16:53

La7? La possono guardare giusto gli aficionados dell'ultrasinistra, visto che i suoi programmi sono propaganda, propaganda e ancora propaganda per tutti i compagni di tutte le salse della sinistra! Chi non è di quella parte La7 proprio non la guarda MAI!!!!!!