Lady Gaga contro R Kelly sugli abusi sessuali: "Cancello il nostro brano"

Lady Gaga si è pentita per aver collaborato in passato con R Kelly, di recente accusato in un documentario di molestie e abusi sessuali anche su minorenni

Lady Gaga prende le distanze da un momento preciso della sua carriera, ormai nel passato.

La popstar ha infatti chiesto scusa, come riporta la Bbc, per aver collaborato nel 2013 con R Kelly - al secolo Robert Sylvester Kelly - con cui ha realizzato ul duetto per il brano “Do What U Want”: la cantante ha promesso di cancellare la canzone da tutte le piattaforme di streaming.

La notizia giunge dopo la trasmissione di un nuovo documentario su Kelly, pronto a fornire un quadro dettagliato delle accuse di abusi sessuali e violenze su donne e ragazze minorenni per diversi decenni. Benché Kelly abbia negato le accuse, supportato dal suo avvocato - e dal fatto che già nel 2008 era stato riconosciuto non colpevole in tribunale per fatti simili - Gaga ha definito le testimonianze “orribili”. L’artista aveva però difeso Kelly nel 2013, poiché ai tempi convinta della falsità di simili report: è infatti la prima volta che la cantante si pronuncia contro il collega.

Sto con queste donne al 1000% - ha detto Lady Gaga - credo loro, so che stanno soffrendo e soffrono, e sento con forza che le loro voci dovrebbero essere ascoltate e prese sul serio. Come vittima di violenza sessuale, ho realizzato la canzone e il video in un momento oscuro della mia vita. La mia intenzione era quella di creare qualcosa di estremamente insolente e provocatorio, perché ero arrabbiata e non avevo ancora elaborato il trauma che era accaduto nella mia vita”. La canzone parla infatti di una donna autolesionista e di un uomo che la usa come fosse un oggetto.