Lamberto Sposini, selfie con la Ventura a cinque anni dall'ictus

Il giornalista sorridente nello scatto postato su Twitter. La conduttrice: "Il meglio deve ancora venire..."

"Gli anni passano, ma gli amici restano". È il post scritto su Twitter da Simona Ventura e che accompagna una foto della conduttrice e di Lamberto Sposini.

Proprio cinque anni fa, il 29 aprile 2011, il giornalista è stato colpito da un ictus poco prima di andare in onda per la puntata de La vita in diretta dedicata al matrimonio di William e Kate. Ora si sta riprendendo, seppur lentamente, circondato dall'affetto di familiari e amici. Tra di loro proprio l'ormai ex naufraga dell'Isola dei famosi che con uno scatto sorridente ha augurato a Sposini di star sempre meglio: "Gli anni passano, ma gli amici restano! Ti voglio bene Lamberto! Il meglio deve ancora venire…", ha scritto.

Commenti

Holmert

Sab, 30/04/2016 - 20:02

Ma quello è Sposini? Non pare uno che ha avuto un ictus per emorragia cerebrale. Sul viso non ci sono segni di esiti postictali. Normale simmetria degli occhi senza segni di deficit né sui muscoli della fronte né sulle labbra ,almeno all'apparenza simmetriche. Insomma una emifacies è uguale all'altra,come dire i muscoli appaiono simmetricamente senza deficit. E' Sposini?

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 30/04/2016 - 20:30

E' difficile trovare le parole giuste, caro Lamberto. Suppongo ti faccia molto piacere percorrere a ritroso, prima di quell'infausto 2011, il tuo vissuto. Che credo ti debba fare molto onore. Ma anche questo tuo sorriso con Simona è un insegnamento per tutti di saper andare fino in fondo, il più lontano possibile. Un abbraccio. 20,30 - 30.4.2016

precisino54

Lun, 02/05/2016 - 09:33

X Holmert; sembrerebbe ti voglia in un qualche modo definire: “esperto in materia”; per la mia esperienza direi che forse tu non abbia mai visto un soggetto colpito da ictus! Mio padre nei suoi ultimi nove anni ne subì 5 e vari TIA, tolto il frangente critico niente esiti di paresi facciali tali da potersi individuare da un solo scatto; i suoi ultimi 4 anni rimase paralizzato!! Da un frame raramente è possibile capire il senso e la capacità di movimento. E’ invece cosa standard che tra gli esiti ci sia una qualche variazione dell’aspetto fisico-estetico magari perché in concomitanza abbiamo periodi di inattività e sofferenza che segnano, tipico lo sguardo “spento”; nella fattispecie il labbro superiore non sembra simmetrico. Mio suocero: dopo un ictus e vari TIA: nessun danno visivo, ma nella logica e nella capacità di deambulazione. Mia mamma: colpita da ictus a 89, non autosufficiente, ma lucida e dallo sguardo vivo, ESTETICAMENTE invariata! AUGURI LAMBERTO!!!

elalca

Lun, 02/05/2016 - 11:14

holmert, lei mi ricorda qualcun altro che non smette di postare e discettare su tutto copiando da improbabili pagine di wikipedia o paccottiglia analoga. povera gente

Fjr

Lun, 02/05/2016 - 15:05

Holmert , non sarò' un'espertone, ma il viso anche se è' solo uno scatto , mi da' la sensazione di una persona che ha subito un trauma non indifferente, di tutta l'analisi da lei fatta sembra che il signore in questione abbia al massimo avuto un'influenza cosa che non è' , un abbraccio al Sig. Sposini con l'augurio di un recupero positivo di tutte le funzionalità' .

Holmert

Mar, 03/05/2016 - 11:03

Se uno ha visto almeno qualche centinaio di persone affette da ictus da emorragia cerebrale o infarto,COME ME, esperto forse sì. Io ho avuto la fortuna di lavorare in un ospedale di provincia dove quello che non era chirurgico,veniva dirottato nel mio reparto di medicina interna.cardiologia. Quindi ogni tipo di patologia afferente la pratica medica internistica. Mettici le consulenze che facevo in ortopedia,ostetricia,chirurgia..ecco quanto vale la mia esperienza. Dicevo che se uno subisce un ictus con coinvolgimento delle vie piramidali e dei nuclei della base , è difficile che il viso gli resti ben simmetrico,come in quella foto. Comunque,buon per Sposini,al quale auguro lunga vita e di abbandonare la sedia a rotelle. Io ho detto il mio perché,ora voi mi dovete dire perché ciò non può succedere,indicandomi il danno e non esempi a caso senza citarmi il danno e le strutture cerebrali interessate. 

Holmert

Mar, 03/05/2016 - 16:08

@Alalca. In questo forum siamo gente virtuale,però io giammai farei apprezzamenti come i suoi. Lei non sa chi sono per cui non ha elementi per giudicarmi. Sappia comunque che io non copio nulla,tutto ciò che scrivo nel bene e nel male è solo farina del mio sacco.Farina buona ,doppio zero e sacco ben pesante di sapere e di conoscenza.