Leah Remini: "Tom Cruise, il Messia di Scientology"

Leah Remini ha scritto un libro su Scientology e, in un'intervista dei lettori su Reddit, ha raccontato anche del fedele più famoso, Tom Cruise

Trentacinque anni tra i dianetici, fuori da Scientology da tre: Leah Remini ha scritto un libro dal titolo "Troublemaker: Surviving Hollywood and Scientology", in cui parla della sua vita tra Hollywood e la religione di L. Ron Hubbard, senza tralasciare il suo fedele più noto, Tom Cruise.

Il suo nome non è tra i più noti nel mondo dello spettacolo statunitense. Remini, classe 1970, deve la sua carriera in gran parte alla televisione, dato che è stata interprete in un gran numero di telefilm, spesso come meteora, ma anche come personaggio ricorrente, per esempio in "Bayside School". Tra le sue serie più significative ci sono "Fired Up", "The King of Queens" e la relativamente recente "Family Tools", in cui recitò per 10 episodi nel 2013.

E il 2013 è l'anno in cui l'attrice ha deciso di uscire da Scientology. "Quando ne facevo parte, vedevo Hollywood come un posto buio, pieno di anime che avevano bisogno di essere salvate - ha spiegato su Reddit rispondendo alle domande degli utenti - Ora lo vedo come un business qualunque in cui ognuno prova a fare la cosa giusta per se stesso".

Ma le domande, naturalmente, vertono anche su quello che molti considerano il dianetico più conosciuto - benché Scientology abbia nel suo cuore un gran numero di personaggi famosi - ossia Tom Cruise. Secondo Remini, il protagonista della saga di "Mission Impossible" sarebbe considerato il Messia. "Sì, gli adepti credono che stia cambiando il pianeta, perché è ciò che la Chiesa sta dicendo loro", ha spiegato.