Con la Leccese alla scoperta dei «veri» miracoli

Storie e luoghi di miracoli, storie per riflettere e per misurare il senso che diamo alla parola stupore. É questa l'anima del nuovo programma La strada dei miracoli , in arrivo su Rete 4 in prima serata da oggi per otto puntate. A condurre in studio, in diretta, Safiria Leccese, giornalista di Studio Aperto, TgCom24 e Tg4: sarà lei a tenere le fila di un programma costruito in modo rigorosamente giornalistico con inviati in tutte le parti del mondo e ospiti in studio (si comincia con Luca Giurato e Katia Ricciarelli). «Vi stupiremo - spiega la Leccese - con speciali, testimonianze, reportage sul campo, come quello nella seconda puntata che ci porterà in un luogo legato a Padre Pio. Il programma nasce su contenuti seri e non offre tesi preconcette. Il significato etimologico di miracolo, in fondo, è meraviglia. Noi portiamo le storie di chi sé misurato con qualcosa di inspiegabile. Perché il miracolo accade a prescindere dal fatto che il beneficiario creda o meno. Lo stesso racconto del programma è pensato per ogni tipo di spettatore». Il viaggio tra spiritualità e misticismo (ogni puntata durata più di tre ore, dalle 21.15 fino a mezzanotte inoltrata) inizia con Papa Francesco («ci sono miracoli che lo hanno coinvolto in qualche modo», spiega Leccese), Natuzza Evolo (con testimonianze di un famigliare della mistica) e Suor Maria Laura Mainetti, uccisa nel 2000 da una banda satanista. Tra i temi della prima puntata, anche il noto fenomeno delle lacrimazioni della Madonnina di Civitavecchia.