L'ex fidanzato di Claudio Sona rincara la dose: "Ho messaggi, mail e le immagini delle telecamere"

Dopo la spiegazione di Claudio Sona sulla vicenda piuttosto intricata che lo vede coinvolto con il suo ex fidanzato, è proprio Juan Fran Sierra a tornare all'attacco: "Devi dire la verità"

Dopo le pesanti accuse nei confronti dell'ex tronista di Uomini e Donne e le successive spiegazioni di Claudio Sona, Juan Fran Sierra torna all'attacco.

L'ex fidanzato di Claudio Sona non si accontenta delle sue giustificazioni e rincara la dose. "Cos'è ?! - scrive sul suo profilo Instagram - Hai avuto 24 ore di tempo per studiare bene le parole strappalacrime da utilizzare per salvarti la faccia con le tue bugie che continuano da quasi un anno?? Proprio perché hai 30 dovresti essere un uomo che per una volta prende il coraggio di ammettere i suoi errori e chiedere scusa a persone che hanno investito sentimenti e energie per te invece di negare anche davanti all'evidenza. Soltanto una telefonata è stata registrata proprio quando mi hai portato allo sfinimento ma sei consapevole che esistono mail, messaggi whatApp che testimoniano i nostri incontri sia a Verona che a Milano, oltre al fatto che casa mia ha telecamere di sorveglianza ovunque. Quindi non girare i discorsi e voler passare per la vittima come sempre".

E ancora: "Ma visto che continui a sostenere che la verità è quella che racconti te ti chiedo di darmi subito pubblicamente (non dopo altre 24 ore di studio per la risposta) l'autorizzazione a rendere pubblico tutte queste fonti visto che dici che sono inventate e che nulla di tutto ciò è esistito".

L'ex fidanzato di Claudio Sona, quindi, sostiene di avere altre prove che incastrebbero l'ex tronista di Uomini e Donne, in particolare, dimostrerebbero che per tutti questi mesi ha mentito. "Sono sconvolto - conclude - da ciò che leggo e spero che non mi porti ad andare fino in fondo, come sai bene che so fare quando inizio, e pubblicare tutto ciò perché sarebbe d'avvero imbarazzante per te! Il mio è soltanto un consiglio. La verità vince sempre, a me nessuno mi da del bugiardo. Che ridicoli siamo ad essere arrivati a questo punto".

Cos'è ?! Hai avuto 24 ore di tempo per studiare bene le parole strappalacrime da utilizzare per salvarti la faccia con le tue bugie che continuano da quasi un anno?? Proprio perché hai 30 dovresti essere un uomo che per una volta prende il coraggio di ammettere i suoi errori e chiedere scusa a persone che hanno investito sentimenti e energie per te invece di negare anche davanti all'evidenza. Soltanto una telefonata è stata registrata proprio quando mi hai portato allo sfinimento ma sei consapevole che esistono mail, messaggi whatApp che testimoniano i nostri incontri sia a Verona che a Milano, oltre al fatto che casa mia ha telecamere di sorveglianza ovunque. Quindi non girare i discorsi e voler passare per la vittima come sempre. Ma visto che continui a sostenere che la verità è quella che racconti te ti chiedo di darmi subito pubblicamente (non dopo altre 24 ore di studio per la risposta)l'autorizzazione a rendere pubblico tutte queste fonti visto che dici che sono inventate e che nulla di tutto ciò è esistito. Sono sconvolto da ciò che leggo e spero che non mi porti ad andare fino in fondo, come sai bene che so fare quando inizio, e pubblicare tutto ciò perché sarebbe d'avvero imbarazzante per te! Il mio è soltanto un consiglio. La verità vince sempre, a me nessuno mi da del bugiardo. Che ridicoli siamo ad essere arrivati a questo punto.

Un post condiviso da Juan Sierra (@juanfransierra) in data: