Lezhneva, voce d'angelo

Julia Lezhneva (1989) viene dall'isola di Sakhalin. Ha maturato la sua tecnica adamantina con Elena Obratzova (Mosca) e Alberto Zedda nella fucina vocale di Pesaro. Il suo stupendo timbro «in purezza» ha il candore della voce bianca. Si esalta nelle impervie asperità virtuosistiche del barocco. Debutta con un disco bellissimo di mottetti di Vivaldi, Händel, Porpora e Mozart, splendidamente accompagnati dal Giardino Armonico e da Giovanni Antonini.