Il Libro della Giungla: nel remake il tocco femminile di Scarlett Johansson

Nel remake 3D del classico Disney Il Libro della Giugnla, in uscita il prossimo 15 aprile, Scarlett Johansson presterà la voce al serpente Kaa. Sarà una reintepretazione in chiave femminile che introduce la parità di genere nella pellicola firmata da Jon Favreau

Correva l’anno 1967 quando l’orfano cresciuto dai lupi de Il Libro della Giungla faceva capolino sul grande schermo: al suo fianco nessuna protagonista femminile, sebbene la pellicola uscisse alla vigilia della seconda ondata del femminismo, quella delle battaglie per l’emancipazione e per i diritti civili. Cinquant’anni dopo, il classico Disney consacrato a pietra miliare dei film d’animazione torna in grande spolvero, in un remake che della parità di genere fa uno dei propri vessilli: portabandiera d’eccezione è Scarlett Johansson.

Ho pensato fosse leggermente connotato da pregiudizi di genere. Ho due figlie, e il mondo oggi è diverso” ha ammesso il regista Jon Favreau riferendosi al film di cui dirigerà una nuova versione 3D, in uscita nelle sale americane il prossimo 15 aprile. A riequilibrare sul fronte genere il cast animato de Il Libro della Giungla sarà il malvagio serpente Kaa, personaggio maschile nel primo film e nel libro di Rudyard Kipling, cui l’attrice Scarlett Johansson presterà la sua sensuale voce, donando un tocco decisamente femminile alla nuova pellicola.

Mi è piaciuto il personaggio di questa figura materna che è accogliente e al contempo minacciosa. Ho pensato che vi fosse qualcosa di psicologicamente interessante al riguardo” ha raccontato Favreu. Il quarantanovenne, regista di Iron Man e Avengers, ha inoltre ingaggiato il premio Oscar Lupita Nyong’o per promuovere il ruolo della lupa Raksha, che nel cartone animato del 1967 aveva una parte minore. A interpretare il giovane protagonista Mowgli, sarà invece l’esordiente Neel Sethi, scelto tra circa duemila ragazzini presentatisi ai provini.

Il realismo della pellicola 3D, realizzata con l’impiego della tecnica CGI, Computer-generated imagery, rende forse Il Libro della Giungla il film d’animazione più visivamente sbalorditivo tra i live-action remake della Disney, che includono i campioni d’incassi Maleficent, Cinderella e Alice in Wonderland, tutti con protagoniste rigorosamente femminili.