L'ingiusta bocciatura crea il genio informatico

di Alessandro D'Alatri con Andrea Arcangeli, Paola Calliari

Il pubblico di una certa età, peggio ancora se poco in sintonia con il web, rischia di essere tagliato fuori. Sì, insomma, di non capire tutto del bel film che Alessandro D'Alatri ha tratto da una recentissima storia vera. Già il titolo, The_startup, lascia subito intendere che l'argomento è riservato alle nuove generazioni o comunque a chi mastica senza sforzo le diavolerie tecnologiche di un mondo sempre più globalizzato. Dunque, resta di sale il diciottenne Matteo Achilli (Andrea Arcangeli): in piscina ha sempre fatto i tempi migliori, eppure l'allenatore ha scelto Niccolò, guarda caso il figlio dello sponsor, per i campionati italiani. Il ragazzo, che fa la terza liceo scientifico, vive a Roma al quartiere popolare del Corviale con i genitori, reagisce presto alla crisi e ha l'intuizione giusta. Creare su un sito Internet un calcolatore matematico del merito, che stabilisca una classifica dei giovani in attesa di un lavoro, consentendo alle aziende di sceglierli solo in base alle reali capacità. Fidanzato con Emma (Paola Calliari), aspirante ballerina classica, di famiglia benestante, mentre lui è di estrazione piccolo borghese, con papà (Massimiliano Gallo) appena licenziato. Così fonda Egomnia, sostenuto dai genitori, che spingono comunque perché vada a Milano alla Bocconi. Il suo progetto piace, ma le aziende a cui si rivolge vogliono intestarsi l'idea, liquidandolo con due spiccioli. Finché attraverso un amico di papà incontra l'ingegnere informatico Giuseppe pronto ad assecondarlo nell'impresa. Ce la farà? Oh, yes. D'Alatri ha imboccato la via della commedia, privilegiando sempre la leggerezza dei toni, nonostante il tema dei giovani senza lavoro sia drammaticamente serio. Come spiega bene una sconsolata battuta del protagonista: In Italia a Steve Jobs non davano nemmeno il mutuo per la prima casa. Perdonabile qualche esagerata macchietta, come quel ridicolo ministro, che folgorato dai 250 mila followers del ragazzo, vorrebbe fondare con lui un nuovo partito. Prendendosi un solenne, perentorio no sul muso sbigottito.