Loggins, pop da manuale

Quello di Kenny Loggins, (in Italia considerato una meteora, negli Usa un'istituzione, altro che Footloose...), è un pregevole soft-rock. Il quarto album, High Adventures (1982) in ristampa giapponese, è un concentrato di tecnica e capacità compositiva: la stupenda The More We Try, Heart to Heart (David Foster alle tastiere!), It Must Be Imagination. E poi, ragazzi, che registrazione, che sciccheria. Solo su ordinazione (Cd universe, Amazon), naturalmente.