Londra spegne il duetto Boss-McCartney

No, ma dai, mica si può zittire un momento così storico. Bruce Springsteen e Paul McCartney insieme sul palco di Hyde Park a Londra, pronti a duettare in due brani che esaltano la storia del rock. Twist and shout, cover proposta dai Beatles a inizio carriera e sfruttata anche da Springsteen nel corso degli ultimi tour. E I saw her standing there, che è il brano di apertura del primo disco dei Beatles, Please plaese me pubblicato nella primavera del 1963. Era tutto pronto. Evento epocale. Però Bruce Springsteen, che in questo tour ha una vocazione famelica per la musica e quindi dilata sempre i tempi della scaletta, aveva suonato per oltre tre ore, ossia mezzora in più di quanto previsto dall'ordinanza comunale di Londra a tutela dei cittadini contro i rumori (rumori?). Perciò, quando è stato il momento di iniziare il duetto, un solerte funzionario ha staccato il cavo della corrente elettrica. Tutti zitti. Tutto muto. «Ditemi - ha twittato Little Steven, chitarrista storico della E Street Band di Springsteen - da quando l'Inghilterra è diventato uno stato di polizia?». Potete immaginarvi il pubblico, che era lì lì per godersi uno dei duetti più golosi degli ultimi cinquant'anni ma, all'ultimo momento, si è visto costretto a tornare a casa, tra l'altro zuppo di pioggia visto che pioveva a dirotto. Lo stesso Springsteen, accogliendo Paul McCartney, aveva detto che «ho atteso questo momento per cinquant'anni». Lo attenderà ancora un po'. E questa voglia incontenibile di Springsteen dovrà prima o poi fare i conti con le leggi, sempre più restrittive. Anche a Milano, qualche anno fa, il suo concerto a San Siro aveva superato i limiti imposti dal regolamento comunale. E la sua violazione aveva addirittura costretto il promoter Claudio Trotta di Barley Arts, uno dei nomi incontestabili della musica dal vivo, a subire un processo penale. Caso irragionevole.
In ogni caso, l'episodio si è ripetuto, mutatis mutandis, anche a Hyde Park, tempio dei concerti in quella Londra che è la culla del rock e che ora si trova a fare i conti con un rigore burocratico che è del tutto fuori dal tempo.