Loredana Lecciso querela Repubblica: "Mai chiesto niente a Justin Bieber"

Su Repubblica l'indiscrezione dell'autografo chiesto a Bieber. Lei smentisce: "Ho letto su quel prestigioso quotidiano di fatti insensati e mai avvenuti"

"Rimango esterrefatta, offesa e fortemente amareggiata per come, esercitando una professione come quella giornalistica, che dovrebbe raccontare con deontologia e aderenza ai fatti la realtà, si possa, di fatto, mettere in pratica un attacco personale altamente lesivo della mia dignità di donna ma soprattutto di madre". Loredana Lecciso tuona contro Repubblica. Dopo le indiscrezioni apparse sul quotidiano di Carlo De Benedetti, la showgirl è pronta a dare mandato ai suoi legali per qurelare. A suo dire non si sarebbe mai avvicinata allo staff di Justin Bieber per chiedere alla popstar un autografo, né per lei né per i figli.

La moglie di Al Bano è furente. Non appena ha letto l'articolo di Repubblica, ha diffuso una nota stampa per chiarire i fatti. Ci ha tenuto, infatti, a far sapere che non ha mai fatto leva sulla parentela con Al Bano per raggiungere Bieber che si trova a Roma per girare il sequel di Zoolander. È vero che si trovava all'Hotel Cavalieri Rome, ma soltantoo per questioni private. E cioè per una vacanza con la famiglia. "Ospite dell’hotel Cavalieri Hilton di Roma insieme alla mia famiglia - si legge nel comunicato - mi trovavo nella hall in procinto di partire alla fine del nostro soggiorno e mai in quella occasione mi sono avvicinata né ho chiesto alcunché a nessun dello staff del giovane cantante Justin Bieber, presente nello stesso albergo". Quindi la conclusione: "Mai ho manifestato altro interesse, in quella occasione, se non di adempiere al mio dovere di sorveglianza genitoriale".