L'ultima cena di Gandolfini? Un'abbuffata

L'ultima cena di James Gandolfini, l'attore americano della celebre serie tv I Soprano morto a Roma, a soli 51 anni, è stata una grande abbuffata. Lo rivela il quotidiano statunitense New York Post, secondo cui Gandolfini, deceduto per un infarto mentre era in vacanza in Italia, ha consumato almeno otto drink: quattro shot di rum, due Pina Colada e due birre, accompagnati da una doppia porzione di frittura di pesce con abbondante maionese e un grande piatto di foie gras. L'attore - secondo il quotidiano - ha cenato al ristorante Boscolo dell'Hotel Exedra, dove è arrivato intorno alle 7 di sera accompagnato dal figlio Michael. Il New York Post afferma che nell'ultimo periodo Gandolfini aveva seri problemi con l'alcool, ed era stato visto a diverse riunioni degli Alcolisti Anonimi nel West Village, a New York. Ieri è stata effettuata l'autopsia. L'istituto di medicina legale della Sapienza è ora in attesa dei risultati degli esami tossicologici, secondo quanto si apprende. Negli Stati Uniti, nel frattempo, gente comune e fans accorrono al locale a Bloomfield nel New Jersey dove fu girata l'ultima scena della serie televisiva.